Concluso il raduno del Settore Tecnico. Trefoloni: "Siete punto di riferimento per i giovani"

Concluso il raduno del Settore Tecnico. Trefoloni:

Settore Tecnico

Ultimo giorno di raduno per il Settore Tecnico dell’Associazione Italiana Arbitri, cominciato in seduta plenaria nella sala del Best Western Plus Tower Hotel di Bologna per l’importante momento aggregativo della foto di gruppo.  

Ad aprire i lavori il Responsabile del Settore Tecnico dell’AIA, Matteo Simone Trefoloni, che ha voluto ancora una volta evidenziare l’importanza del ruolo formativo dei presenti nei confronti di tutti gli associati italiani: “Il lavoro fatto qui è fondamentale per uniformare i messaggi e le conoscenze che porterete nelle Sezioni”. A fargli eco anche il Componente del Comitato Nazionale, Michele Affinito, che nel proprio intervento ha sottolineato il percorso da seguire per rendere ancora più efficace la condivisione della conoscenza: “Solo mettendo al primo posto il metodo si può raggiungere lo scopo che vi prefiggete, ‘Il Come’ è lo strumento fondamentale del formatore, un valore aggiunto per lui e quindi per tutto il Settore Tecnico”.

Con la metodologia della giornata precedente, i tre gruppi: Calcio a 11, Futsal e Beach Soccer si sono divisi per proseguire con lavori mirati ai propri obiettivi. Per il Calcio a 11 ha avuto luogo la chiusura della preparazione degli OA Day Sezionali con l’analisi delle rilevazioni della gara visionata la sera precedente, infine, un lavoro sulla lettura del gioco a livello tecnico, tattico e mentale utile per unire conoscenza del Regolamento e conoscenza del calcio. Il gruppo Futsal ha affrontato un approfondimento sulla Circolare n. 1 e la presentazione dei feedback da parte del gruppo Mentor del lavoro nella prima parte di Stagione. Il Beach Soccer, invece, al vaglio delle domande regolamentari da offrire al territorio e il coordinamento dei corsi di selezione in vista dell’imminente nuova Stagione Sportiva.

In chiusura del raduno, nuovamente riuniti in seduta comune, i presenti hanno avuto così un’ulteriore possibilità di confronto. “Abbiamo dinnanzi a noi un percorso lungo – ha detto Trefoloni – ma il lavoro che stiamo compiendo trasversalmente è indirizzato al raggiungimento dell’obiettivo formativo, sta ora a voi decidere cosa fare degli strumenti che vi vengono dati”.

Trefoloni ha voluto anche ringraziare la propria Squadra per il supporto dato durante i due giorni, in particolare Marco Falso, Coordinatore del Settore Tecnico, per il fondamentale supporto organizzativo.

Come saluto e messaggio finale da lasciare ai presenti, Trefoloni ha detto: “Siamo consapevoli che il nostro lavoro è estraneo a qualsiasi logica di ritorno, un dono destinato a tutti gli associati a partire dai giovani fino a quelli anziani. Quando entriamo in una Sezione teniamo bene a mente che siamo figure in cui loro ripongono fiducia, è nostro compito non tradire questa fiducia, continuare ad essere punti di riferimento e saper dare quel valore aggiunto necessario per fare la differenza con il nostro lavoro. Buon Campionato a tutti”.

 

 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri