Dall’esperienza di Giua una forte spinta motivazionale agli arbitri reggini

Dall’esperienza di Giua una forte spinta motivazionale agli arbitri reggini

Sezione di Reggio Calabria

La Sezione AIA di Reggio Calabria lo scorso 20 aprile ha ospitato Antonio Giua, arbitro della Commissione Arbitri Nazionale di Serie A e B. La visita è rientrata nell’ambito del tour delle sezioni degli associati di vertice, programmato su sorteggio dall’AIA centrale e mirato ad avvicinare l’élite arbitrale alla periferia dell’Associazione.     

Il relatore, della Sezione di Olbia, appena giunto nella città dello Stretto si è allenato presso il polo sezionale insieme a tanti ragazzi che operano nelle varie categorie regionali e nazionali, fornendo loro consigli sull’allenamento settimanale e sulle metodiche che vengono utilizzate durante la preparazione alla gara.

In serata, dopo una celere visita di Reggio Calabria insieme al Presidente Sezionale Francesco Catona, è stata la volta della lezione programmata. Antonio non ha intrattenuto la platea con nozioni regolamentari o casi avvenuti sul terreno di giuoco, bensì raccontando la sua esperienza nell’Associazione, dagli albori della carriera, iniziata a 15 anni nella sua Sardegna, ai raduni nazionali di Coverciano e Sportilia, rammentando il percorso di formazione svolto e i consigli ricevuti da Organi Tecnici come Stefano Braschi, Carlo Pacifici, Tarcisio Serena, Stefano Farina e Nicola Rizzoli.  

Antonio Giua ha proseguito ponendo in risalto la mentalità che bisogna avere all’inizio di ogni Stagione, ovvero consci di ripartire con obiettivi precisi e raggiungerli il prima possibile.

Infine, si è soffermato sullo studio della gara, sulle caratteristiche dei fattori esterni ed interni che possono avere influenza sul suo sviluppo.

L’ospite ha infine risposto alle varie domande dei giovani arbitri reggini, esaudendo curiosità e soprattutto dando loro una forte spinta motivazionale.    

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri