Due giorni di raduno precampionato a Campitello Matese

Due giorni di raduno precampionato a Campitello Matese

Sezione di Benevento

Nella suggestiva cornice paesaggistica di Campitello Matese, in Molise, si è tenuto il raduno precampionato per gli arbitri e osservatori a disposizione dell’Organo Tecnico Sezionale di Benevento. Per il terzo anno consecutivo l’evento si è svolto in due giorni, il 10 e 11 settembre, anche allo scopo di rafforzare le relazioni personali ed associative di tutta la famiglia arbitrale sannita, fine ampiamente raggiunto anche grazie alla presenza al raduno di molti associati a disposizione degli organici regionali e nazionali.

I lavori sono iniziati con la visione di una conferenza di Nicola Rizzoli al TEDx di Verona incentrata sul controllo istintivo del processo decisionale: gestire la propria emotività prima ancora di quella degli altri 22 giocatori in campo. Al termine del video è stato chiesto ad ogni giovane fischietto sannita cosa significa essere arbitro e che emozioni si provano nell’arbitrare.

Dopo il pranzo, la platea è stata sottoposta ai quiz regolamentari per poi lasciare immediatamente spazio alla parte tecnica dello stage curata dal Presidente di Sezione Daniele Mazzulla e dagli Organi Tecnici Sezionali Giorgio Bosco ed Antonio Mucci: gli arbitri sono stati dapprima divisi in gruppi e, seguiti da alcuni associati inquadrati negli organici regionali e nazionali, hanno analizzato casi di challenges e falli di mano, per poi tornare tutti insieme in aula e commentare i casi esaminati.

Nella seconda parte del pomeriggio sono state impartite le disposizioni tecnico - comportamentali da seguire durante la Stagione Sportiva, a partire dall’accettazione della designazione fino ad arrivare alla stesura del rapporto di gara.

Dopo cena e fino a tarda serata si sono svolti i colloqui individuali e di gruppo tra arbitri e dirigenti sezionali, allo scopo di migliorare la crescita dei singoli associati, conoscendone motivazioni ed obiettivi.

Il secondo giorno di raduno si è aperto di buon mattino con lo svolgimento dei consueti test atletici. I lavori sono poi proseguiti nuovamente in aula, con la spiegazione della Circolare n° 1 da parte di Antonio Ruggiero, Componente del Settore Tecnico Arbitrale, della Sezione di Avellino.

Dopo questo momento tecnico, hanno preso la parola per un saluto dapprima Alberico Galluccio, Componente del Comitato Regionale Campania, che ha voluto lanciare un messaggio chiaro ai presenti in aula: “Non esiste la frase ‘non ci riesco’, ma esiste la frase io ci riesco se mi impegno”. Poi, in rappresentanza della FIGC, il Delegato Provinciale Vincenzo Lombardi.

Al termine dei due giorni di stage, caratterizzati da momenti di condivisione e di crescita sia tecnica che personale, gli arbitri beneventani si sono dimostrati entusiasti e vogliosi di iniziare la nuova Stagione Sportiva, ormai alle porte, caricati anche dalla chiosa del Presidente Mazzulla: “L’arbitro più bravo non è quello che non commette errori, ma è quello che dimentica l’errore l’istante dopo averlo commesso”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri