Faverani al raduno Playoff: “Puntate a standard più alti per prepararvi al salto di categoria”

Faverani al raduno Playoff: “Puntate a standard più alti per prepararvi al salto di categoria”

CPA Trento e CPA Bolzano

Sabato 30 aprile a San Michele all’Adige, cittadina a metà strada tra i due capoluoghi, circa 30 arbitri e assistenti in forza al Comitato Provinciale Arbitri (CPA) di Trento e di Bolzano si sono ritrovati per il raduno Top Class, un momento per fare il punto sulla Stagione Sportiva in corso in vista delle gare più impegnative dei Campionati regionali del Trentino-Alto Adige. Il raduno in presenza, voluto fortemente dai Presidenti dei due CPA Giorgio Daprà di Trento e Flavio Braghini di Bolzano nonché dai loro Collaboratori ha sancito il ritorno alla normalità dopo i mesi invernali segnati dal peggioramento della situazione pandemica e dai raduni online.

A curare la parte tecnica del raduno, di concerto con i Responsabili degli assistenti dei due CPA, Massimo Tedoldi e Patric Leonarduzzi, e con il Componente del Modulo "Talent e Mentor” del Settore Tecnico, Matteo Dallapiccola, è stato un ospite d’eccezione: Renato Faverani, associato della Sezione di Lodi che ricopre l’incarico di Vice Responsabile del Settore Tecnico dell’AIA. Assistente arbitrale fino al 2017, Faverani ha alle spalle una lunga e proficua carriera in ambito nazionale e internazionale, culminata con la sua presenza alla finale di Coppa del Mondo di Rio de Janeiro del 2014, insieme all’arbitro Nicola Rizzoli e all’assistente Andrea Stefani. 

Dopo lo svolgimento dei test atletici, arbitri e assistenti trentini e altoatesini hanno partecipato a una lezione tecnica sul terreno di giuoco focalizzata sulle direttive relative al posizionamento in occasione dei calci di punizione e nelle situazioni di gioco che si sviluppano in prossimità dell’area di rigore, con particolare attenzione al teamwork e all’apprendimento di procedure standard di comunicazione e collaborazione tra i componenti della squadra arbitrale.

Nel pomeriggio, Faverani ha ripreso e sviluppato alcuni dei punti che erano già stati oggetto di condivisione e confronto sul terreno di giuoco, grazie all’attenta analisi di filmati raccolti dagli arbitri e assistenti che operano nei diversi Campionati regionali. Questi filmati, segnalati ai Responsabili degli assistenti dei Comitati Regionali, sono stati visionati e commentati dal Settore Tecnico e poi condivisi con arbitri e assistenti di altre regioni.

Si è trattato di un’iniziativa che ha rivelato un lavoro sinergico, ha spiegato Faverani: “Il Settore Tecnico ha il compito di fare da trait d’union tra gli Organi Tecnici Nazionali, in particolare la CAN D, e i Comitati Regionali. Inoltre, partecipando ai raduni in tutta Italia, si è cercato di centrare due obiettivi principali: uniformare disposizioni e protocolli per tutti i Campionati regionali e preparare arbitri e assistenti perché possano affrontare al meglio il salto alle categorie nazionali. Finora il progetto ha ottenuto una risposta positiva e propositiva, non solo è progressivamente aumentato il numero e migliorato la qualità dei filmati, ma anche arbitri e assistenti, soprattutto quando partecipano insieme alle lezioni tecniche, mostrano di apprezzare l’innovazione didattica sfruttando queste occasioni di confronto e di crescita per migliorare la propria preparazione tecnica e spesso la condividono nelle Sezioni, a vantaggio degli associati più giovani”.

Faverani ha concluso il raduno con queste parole: “Questo tipo di lavoro permette di fissare l’asticella sempre verso l’alto, analizzando singoli errori non per cancellare dei percorsi virtuosi, ma per rivalutarli, nella consapevolezza del fatto che l’umiltà è forse la caratteristica più importante per un buon arbitro. Nei Campionati provinciali come in quelli internazionali, siamo tutti arbitri in crescita e dobbiamo sempre prepararci al meglio per i salti di categoria”.

 

In copertina Renato Faverani tiene una lezione tecnica sul teamwork.

In gallery:

1. Il Presidente del CPA di Trento Giorgio Daprà porge un omaggio all’ospite;

2. e 3. Il saluto del Presidente del CPA di Trento Giorgio Daprà e del Presidente del CPA di Bolzano Flavio Braghini;

4. e 5. Assistenti e arbitri impegnati nei test atletici;

6. – 9. Alcuni momenti della lezione tecnica che si è svolta sul terreno di giuoco.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri