‘Focus’, ‘Ascolto’, ‘Motivazione’ ed ‘Esperienza’ per l’acronimo F.A.M.E. di Marco Guida

‘Focus’, ‘Ascolto’, ‘Motivazione’ ed ‘Esperienza’ per l’acronimo F.A.M.E. di Marco Guida

Sezione di Catania

Giornata ‘internazionale’ intensa, ricca di contenuti ed emozioni, quella vissuta dalla Sezione AIA di Catania lo scorso 20 aprile in occasione della visita dell’arbitro Marco Guida della Sezione di Torre Annunziata, che come primo appuntamento della sua agenda etnea ha scelto una sessione di allenamento, alla quale ad attenderlo erano presenti numerosi ragazzi desiderosi di conoscerlo e di apprendere i consigli che il collega ha dispensato, dimostrando da subito eccezionale disponibilità, umanità e competenza.

E così, nel primo pomeriggio, presso lo Stadio ‘Angelo Massimino’, l’internazionale campano ha guidato un’intensa seduta della durata di un’ora in compagnia dei colleghi appartenenti a tutte le categorie, da quelle nazionali agli arbitri inquadrati nell’Organo Tecnico Sezionale. Guida si è piacevolmente intrattenuto con i più giovani, rispondendo alle numerose domande. Infatti, sotto gli occhi attenti del Presidente Tony Taranto, del Vicepresidente Luciano Nicolosi, del Designatore di Terza Categoria e Under 19 Saro Lombardo e del Consigliere Mario Cantarella, hanno preso parte all’allenamento insieme agli associati catanesi anche i giovanissimi ragazzi del Corso arbitri attualmente in svolgimento, visibilmente emozionati.

La giornata è proseguita presso i locali sezionali, dove gli associati hanno accolto l’atteso ospite che, dopo aver visitato la sede degli arbitri catanesi ed essersi prestato a un paio di foto, ha ricevuto il caloroso benvenuto della nutrita platea. A introdurre l’ospite il Presidente Taranto che ha brevemente ripercorso le tappe salienti della brillante carriera di Marco che, arbitro dall’età di 15 anni, dopo una decade da protagonista dei palcoscenici nazionali, è arbitro internazionale dal 2014. 

Il relatore ha incentrato il suo intervento partendo dalla visione di alcuni filmati riguardanti le sue gare, dai quali ha tratto spunto per analizzare vari aspetti di una prestazione e per richiedere talvolta l’intervento della platea, condividendo la sua esperienza con i giovani arbitri e la preziosa testimonianza di chi con sacrificio, impegno e senso di abnegazione porta avanti questa attività ai più alti livelli. In una sala stracolma e calamitando l’attenzione degli associati, Guida ha parlato della sua ‘F.A.M.E.’, acronimo da tenere in mente per raggiungere ogni ambizioso traguardo: a partire dal ‘Focus’ ossia l’obiettivo sul quale occorre essere sempre concentrati, passando per l’ ‘Ascolto’ e la comprensione degli insegnamenti ricevuti, la ‘Motivazione’ idonea a suggerire che la partita più importante è la prossima, fino ad arrivare all’ ‘Esperienza’ come elemento necessario ad assumere, con il tempo, le decisioni più corrette. 

Al termine della riunione, il Presidente Taranto ha consegnato un omaggio da parte della Sezione all’ospite, che ha ricambiato donando agli arbitri catanesi una propria maglia da gara destinata a impreziosire la già ricca bacheca sezionale e non lasciando la sala senza prima concedersi alle foto ricordo che i fischietti etnei esibiranno con orgoglio a ricordo della splendida serata nonché momento tecnico e associativo.

La riunione è stata, inoltre, l’occasione per consegnare una targa al Presidente del Comitato Regionale Arbitri Sicilia Cristina Anastasi per il suo passaggio alla CAI di due anni addietro come osservatore, riconoscimento al tempo non consegnato causa pandemia. A margine dell’evento sono stati premiati anche Pierpaolo Longo per l’esordio in Eccellenza e Salvatore Garufi con il Premio Presidenza.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri