I Festeggiamenti per gli ottanta anni di fondazione all'Università della Tuscia

I Festeggiamenti per gli ottanta anni di fondazione all'Università della Tuscia

Sezione di Viterbo

L’AIA di Viterbo ha festeggiato gli 80 anni di vita. Lunedì 13 giugno 2022, nell’aula magna del Rettorato dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, si è svolta la cerimonia per festeggiare gli 80 anni di attività della Sezione viterbese dell’Associazione Italiana Arbitri. Fondata nel 1941, la cerimonia doveva svolgersi l’anno scorso, ma a causa della pandemia i festeggiamenti sono slittati a quest’anno.

Un evento, quello tenuto a Viterbo, che ha visto la partecipazione di numerosi ospiti, tra arbitri, dirigenti arbitrali ed esponenti del mondo sportivo. Erano presenti Carlo Pacifici e Antonio Zappi, Componenti del Comitato Nazionale dell’AIA; Antonello Grispigni, Mirko Benedetti, Giancarlo Lombardi, Daniele Stazi e Claudio Pellegrini, in rappresentanza del Comitato Regionale Arbitri del Lazio; Daniele Martinelli, componente della Commissione Arbitri di Serie D; Nazzareno Ceccarelli, osservatore arbitrale in Serie A; Riccardo Viola, Presidente del Comitato Regionale Lazio del Coni; Ugo Baldi, Delegato provinciale del Coni; Angelo Moracci, Delegato provinciale FIGC.  

I riconoscimenti più ambiti sono stati così assegnati: il Premio “Fausto Scapecchi” è stato vinto dal giovane arbitro Giulio Lattanzi; quello dedicato a “Igino Achilli” è stato assegnato all’osservatore arbitrale Antonio Miele; il premio intitolato alla memoria di “Giuseppe Ioncoli” è stato appannaggio dell’osservatore arbitrale Alessandro Scorsino; il premio in ricordo di “Umberto Aspromonte” è stato consegnato all’assistente arbitrale Francesco Raccanello; mentre l’arbitro Silvia Stavagna si è vista consegnare il premio “Antonio Nigro”.

Presentatore della cerimonia è stato il giornalista e osservatore arbitrale Silvano Olmi, che si è avvalso della collaborazione di una giovanissima collega, Cristiana Copce, 14 anni di età, diventata arbitro da pochi mesi.

A fare gli onori di casa è stato il Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, Stefano Ubertini, grande appassionato di calcio, che ha annunciato l’istituzione del nuovo corso di Laurea in Scienze Motorie.

“È stata una grande giornata di sport – dichiara soddisfatto Luigi Gasbarri, Presidente della Sezione di Viterbo – che ha visto la partecipazione di tanti amici. A causa della pandemia abbiamo dovuto spostare i festeggiamenti a quest’anno, ma abbiamo organizzato una cerimonia bellissima, che ha ricevuto un apprezzamento unanime. Ringrazio chi ha sostenuto il nostro sforzo – conclude il Presidente – e tutti i partecipanti alla manifestazione, in particolare i presidenti delle sezioni AIA del Lazio che ci hanno donato una targa ricordo.”    

In serata, presso il Balletti Park Hotel di San Martino al Cimino, si è svolta la cena di gala che si è conclusa con il tradizionale taglio della torta.

in Fotogallery

  1. Il più giovane premiato, Giulio Lattanzi
  2. l'intervento di Gasbarri alla cerimonia 80 anni AIA Viterbo
  3. un'immagine dell'aula magna del rettorato dell’università degli studi delle Tuscia di Viterbo
  4. i cinque premiati con il presidente AIA di Viterbo Luigi Gasbarri
  5. 5 l'aula magna del rettorato durante la cerimonia

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri