IL MESSAGGIO TRASMESSO DURANTE IL RADUNO PRECAMPIONATO: L’ARBITRO DEVE ESSERE SEMPRE CREDIBILE”

IL MESSAGGIO TRASMESSO DURANTE IL RADUNO PRECAMPIONATO: L’ARBITRO DEVE ESSERE SEMPRE CREDIBILE”

Sezione di Rovigo

Lo scorso sabato ha avuto luogo, presso i locali della Sezione di Rovigo, il consueto raduno per arbitri e osservatori dell’Organo Tecnico Sezionale. Subito dopo le procedure di accettazione coordinate dalla segreteria, il raduno vero e proprio è iniziato con la spiegazione della Circolare n.1 che riguarda le variazioni al regolamento in vista della nuova Stagione. La spiegazione della Circolare e i seguenti quiz tecnici sono stati seguiti dal Settore Tecnico, in particolare da Gaetano Zenere, associato della vicina Sezione di Bassano del Grappa. In seguito, l’ospite ha spiegato ad arbitri e osservatori la nuova interpretazione della regola del fuorigioco, che di per sé non è variata, ma è diverso il modo di intendere i concetti di “deviazione” e “giocata” che possono sanare o meno una posizione irregolare.

Molto apprezzato poi, è stato l’intervento da parte di Luca Pastorello, Delegato FIGC di Rovigo che ha porto gli auguri agli associati per la nuova Stagione. Pastorello ha affermato: “La Federazione vi tutelerà sempre e non permetterà mai alle società di mettere bocca sulle vostre decisioni, siate liberi di arbitrare con serenità”, a ribadire come la collaborazione tra FIGC e AIA sia sempre più stretta. A rafforzare questo concetto è stato poi l’intervento dell’arbitro benemerito Tiziano Pilati, in quanto da questa Stagione sarà il delegato dell’AIA presso l’ufficio del giudice sportivo. Pilati ha dato poi qualche informazione riguardo al suo ruolo, spiegando come gli arbitri dovranno agire per collaborare al meglio con l’ufficio della giustizia sportiva.

Il raduno è proseguito con le disposizioni tecniche del Presidente sezionale Michele Ronca e dell’Organo Tecnico Stefano Salvadori, i quali hanno posto il focus sullo spostamento e sugli adempimenti preliminari alla gara. Ronca e Salvadori hanno dato indicazioni precise e sistematiche: “L’arbitro deve essere sempre credibile e per esserlo deve avere la posizione migliore per decidere, non è possibile essere credibili senza allenamento atletico e precisione tecnica”. Dopodiché sono state date disposizioni a livello di segreteria sezionale da parte di Benedetta Fugalli, che ha spiegato agli arbitri effettivi alcune funzionalità del portale Sinfonia. In particolare, l’attenzione è stata diretta sulle richieste di tessere per il nuovo anno, sui certificati medici e sulla gestione degli eventi sezionali.

Nel primo pomeriggio il raduno è ripreso con le comunicazioni del Presidente Michele Ronca che ha voluto mettere enfasi sulla collaborazione tra associati e Consiglio Direttivo nonchè sulla disponibilità e professionalità che saranno richieste: “Fare l’arbitro è diverso da essere arbitro, bisogna guadagnarsi il rispetto che si ottiene indossando quella divisa”.

Inoltre, Ronca si è congratulato con gli associati per l’impegno e la precisione dimostrata finora, spronandoli a continuare così. In seguito, ha ringraziato i numerosi arbitri regionali e nazionali presenti al raduno che sono stati parte attiva nell’organizzazione e nella gestione dell’evento stesso.

L’arbitro della Commissione Nazionale di Serie D Alessandro Dallagà ha preso la parola guidando un’esercitazione con videoquiz sui temi di azioni promettenti e chiare occasioni da rete, nonché sulle relative sanzioni. Invece, l’assistente regionale Riccardo Zebini e l’arbitro nazionale di Calcio a 5 Luca Finotti hanno impartito le direttive per la compilazione del referto di gara attraverso un caso pratico. Entrambi questi interventi hanno avuto lo scopo di coinvolgere principalmente i fischietti più giovani, ma al contempo sono stati un utile ripasso anche per gli associati più esperti.

In seguito, queste due macro categorie sono state divise in gruppi che hanno alternato due attività in contemporanea: lo spostamento, a cura dell’arbitro della CAN D Luca Selvatici, e il codice etico, a cura del Presidente Ronca. Per quanto riguarda lo spostamento Selvatici ha integrato i concetti teorici spiegati dal Presidente nella mattinata con un lavoro pratico su un vero campo da calcio, simulando le situazioni più frequenti e ostiche.

 

Foto B. Fugalli

 

In gallery:

1. Il gruppo dei fischietti rodigini al completo;

2. Il gruppo degli osservatori sezionali;

3. Il Presidente sezionale Michele Ronca con il delegato provinciale FIGC Luca Pastorello;

4. Un momento in aula tra i ragazzi;

5. Il Presidente Ronca durante le disposizioni tecniche;

6. Il referente atletico Luca Selvatici con i ragazzi in campo;

7. Il gruppo di regionali e di nazionali presenti.

 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri