Il Vice Presidente Baglioni chiude il raduno della CON 5: “Vivete al massimo ogni momento”

Il Vice Presidente Baglioni chiude il raduno della CON 5: “Vivete al massimo ogni momento”

Commissione Osservatori Nazionale del Calcio a 5

Un grande ed emozionato applauso all’interno dell’aula “Stefano Farina” presso il Centro di Sportilia ha sancito la conclusione del ciclo di incontri tecnici precampionato iniziato lo scorso luglio e che ha visto protagoniste per la prima volta tutte le Commissioni Arbitrali e degli Osservatori.

Il Vicepresidente dell’AIA Duccio Baglioni ha trasmesso carica e passione ai presenti: “Nulla è scontato: ogni risultato e ogni piccolo o grande traguardo è frutto di lavoro e di impegno. Vi chiediamo di non dimenticare mai il vero valore umano di questa Associazione” ha detto Baglioni. “Non era scontato, ma tutti gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori nazionali dell’AIA quest’anno hanno condiviso gli stessi spazi, gli stessi strumenti e gli stessi mezzi” ha detto il Componente del Comitato Nazionale Carlo Pacifici agli osservatori della CON 5 nel corso dello stage formativo sull’appennino tosco-romagnolo. “L’istituzione delle Commissioni Osservatori rappresenta un unicum a livello internazionale: quello che lo scorso anno era un progetto, nel corso della Stagione è diventato una realtà positiva che ha portato frutti di alto livello” ha proseguito Carlo Pacifici sottolineando: “Ad ognuno di voi è affidato un patrimonio prezioso: la crescita tecnica dei nostri arbitri. Vi chiediamo anche di essere ambasciatori del Futsal all’interno delle vostre Sezioni: condividete con la base l’esperienza e l’entusiasmo che respirate qui”.

La squadra degli osservatori guidata da Francesco Peroni ha lavorato analizzando anche la nuova relazione: “Con il Settore Tecnico è stato elaborato un documento rinnovato che garantisce massima efficacia stimolando la dinamicità del testo e minimizzando la parte narrativa – ha spiegato Peroni – Vi è richiesto maggior pragmatismo andando a porre subito il focus sui punti salienti della prestazione. Siate chiari nelle descrizioni, coerenti rispetto agli accadimenti e concreti nel messaggio che condividete”. A testimoniare il grande lavoro di condivisione reciproca e di costante costruttivo confronto, ha preso parte alle attività anche il Responsabile della CON Prof Luigi Stella. “Questo è l’anno per consolidare quanto di buono fatto nel corso della passata Stagione: confermarsi sarà complicato, ma deve essere l’obiettivo di ognuno di noi” ha detto Stella.

Il costante percorso di crescita basato sullo studio della tecnica e sul continuo confronto passa anche attraverso un’attività di tutoraggio messa a punto per gli osservatori neo-immessi: “L’obiettivo del progetto di tutoraggio è quello di favorire l’autonomia valutativa di ognuno di voi – ha spiegato il Componente Claudio Zuanetti con Franco Antonio Piu – Vogliamo stimolare la vostra motivazione e lavorare insieme per avvicinarsi quanto più possibile al concetto di uniformità”. Su indicazione della Segreteria composta da Enrico Ciuffa e Vittorio Filabozzi e con la collaborazione di Giuseppe Antonaglia, sono stati approfonditi gli aspetti logistici legati alle trasferte mentre il Componente del Modulo Bio Medico Lorenzo Beni si è occupato di supportare i presenti nelle attività previste. “La concentrazione deve essere sempre massimale” ha spiegato il Componente Angelo Passarani che ha ricordato “Il livello di concentrazione è determinato non solo da fattori esterni e stimoli interni, ma anche dal grado di attenzione e di ansia”. Luca Davigo ha quindi analizzato il corretto posizionamento e spostamento degli arbitri: “Sapersi muovere correttamente determina la gestione complessiva della gara caratterizzando la prestazione”.

Il Presidente del CRA Toscana Tiziano Reni ha portato il suo saluto agli osservatori della CON 5 intervenendo a margine dei lavori: “Il Calcio a 5 rappresenta una realtà che regala importanti soddisfazioni non solo agli arbitri, ma anche a voi: dalla scorsa Stagione abbiamo raccolto l’esperienza delle CON e allineato le disposizioni date agli osservatori del Calcio e del Calcio a 5”. Anche il Componente della CAN C Gianluca Cariolato ha condiviso la sua esperienza e ricordato ai presenti che “da Sportilia si torna con un grande bagaglio tecnico, ma anche con un addensato di emozioni che porterete nel cuore a lungo”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri