Il Vicepresidente Baglioni alla giornata “Una sola squadra” per i diritti delle donne in Italia e nel Mondo

Il Vicepresidente Baglioni alla giornata “Una sola squadra” per i diritti delle donne in Italia e nel Mondo

Fatima è piccolina ma ha un dribbling micidiale. Giocava nel Bastan Football di Herat ma è dovuta scappare dal suo paese, l’Afghanistan, dopo che i talebani hanno ripreso il potere. In campo ci sono altre due sue compagne di squadra, Maryam e Susan, che hanno trovato rifugio a Firenze e che hanno potuto continuare a coltivare la loro passione nel Lebowski, una società storica del mondo dilettantistico fiorentino.

Le tre ragazze afgane sono state protagoniste della partita sociale che ha chiuso una giornata intitolata “Una sola squadra” per i diritti delle donne in Italia e nel Mondo, organizzata dalla TgrRai insieme al Cospe e al Comune di Firenze. Un evento che ha visto protagonista anche l’Associazione Arbitri Italiana. Il Vicepresidente Duccio Baglioni ha preso parte la mattina all’interessante tavola rotonda, svoltasi nel Salone dei Cinquecento, che ha toccato le tematiche legate alle sofferenze delle donne in mondi di guerra. Dall’Afghanistan, all’Ucraina. Testimonianze toccanti. Al Vicepresidente dell’AIA è stata consegnata una maglietta realizzata per questa giornata speciale con la scritta “Una sola squadra”.

Poi, in serata Duccio Baglioni allo stadio di Tavarnuzze, ha incontrato le tre ragazze afghane. Il Vicepresidente ha proposto a Fatima, Maryam e Susan di partecipare al corso arbitri. Un’opzione possibile oggi in virtù del doppio tesseramento. Un’iniziativa voluta dal nuovo gruppo dirigenziale che sta ottenendo risultati importanti su tutto  il territorio. Baglioni è anche intervenuto prima del fischio d’inizio per ribadire la vicinanza del mondo arbitrale italiano alle donne afghana e al popolo ucraino vittima di una guerra terribile.

Il Vicepresidente si è intrattenuto anche con la terna che ha diretto la sfida (conclusa 4 a 2 a favore del Lebowski) che ha visto protagonisti oltre alle tre ragazze afghane e la squadra dilettantistica fiorentina (che annovera tra le sue fila l’ex stella della Fiorentina e dell’Inter Borja Valero) anche giornalisti della Rai di tutta Italia. La terna era composta da Margherita Fioravanti, Giulia Cipriani e Letizia Quartararo tutte della Sezione di Firenze. Anche loro protagonista di una serata nel segno della solidarietà che ha toccato il cuore di tutti i presenti. Anche piccole storie come questa hanno un valore assoluto. E meritano un applauso speciale.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri