Il Vicepresidente Zaroli al raduno del CPA di Bolzano: “L’arbitraggio fornisce un importante servizio alla società”

Il Vicepresidente Zaroli al raduno del CPA di Bolzano: “L’arbitraggio fornisce un importante servizio alla società”

CPA di Bolzano

“Il calcio moderno svolge un ruolo importante nella società di oggi: è presente in ogni comune del Paese e caratterizza la vita di persone di diverse fasce d'età e classi sociali. Come arbitri, fate parte di questo bellissimo mondo calcistico. Con ogni gara che arbitrate, acquisite un'esperienza preziosa e diventate "adulti". L’arbitraggio è caratterizzato da divertimento e passione, ma anche dal più alto valore etico di fornire un servizio alla società. Se vi impegnate e arbitrate bene una gara, potete andare a dormire la sera con la coscienza pulita. Potete essere orgogliosi di far parte di questa grande squadra”. Con queste parole Alberto Zaroli, Vicepresidente dell'Associazione Italiana Arbitri, si è rivolto ai fischietti del Comitato Provinciale Arbitri (CPA) di Bolzano, riunitisi sabato nella sala conferenze del Twenty di Bolzano per il raduno di Metà Campionato. 

Dopo i test atletici e i quiz regolamentari, superati brillantemente da tutti gli associati, l'evento si è concentrato sull'importanza del lavoro di squadra (“team work”) nel calcio moderno, ma anche sul ruolo dell'assistente dell'arbitro, evidenziando il valore fondamentale della comunicazione e della cooperazione tra i diversi membri della terna arbitrale. Gli associati si sono riuniti in gruppi per elaborare un piano per un briefing pre-gara ideale. Ogni gruppo aveva un portavoce che ha presentato i risultati del lavoro svolto. Sono stati poi utilizzati dei video per esplorare come l'arbitro dovrebbe comportarsi in determinate situazioni - ad esempio gravi falli di gioco e condotta violenta, “mass confrontation” o situazioni di fuorigioco controverse - al fine di prendere decisioni corrette e credibili. "Queste esercitazioni sono un ottimo modo per fare un grande passo avanti. Quando si scende in campo, si porta con sé tutta la propria preparazione. Gli errori accadono per imparare e trarre le giuste conclusioni. L'arbitraggio non inizia nelle gambe, ma nella testa", ha affermato il Presidente del CPA di Bolzano Flavio Braghini.

Al raduno erano presenti anche il Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio di Bolzano, Klaus Schuster, l‘assessore allo sport del Comune di Merano, Nerio Zaccaria, e i Presidenti delle Sezioni di Bolzano e Merano, Alessandro Zampieron e Giuseppe Fantauzzo. Nei loro interventi, gli ospiti hanno sottolineato l'importanza degli arbitri e delle opportunità e possibilità che ne derivano, ringraziando gli associati per il loro instancabile impegno. Tuttavia, il Presidente Klaus Schuster ha anche riferito del peggioramento della situazione in campo e dell'aumento dei Comportamenti violenti dopo la pandemia, finora inusuale in questa Provincia. Per Nerio Zaccaria, è evidente che il CPA di Bolzano è cresciuto e diventato più professionale negli ultimi anni. Questa maggiore qualità si vede anche sul campo di calcio. “È importante sfruttare le opportunità offerte del doppio tesseramento per crescere ancora”, così ha affermato l’assessore meranese. Il Vicepresidente Alberto Zaroli ha paragonato il ruolo dell'arbitro a quello del politico: entrambi fanno bene il loro lavoro quando risolvono i problemi in modo costruttivo e proattivo invece di creare polemiche. 

C'è stato un momento particolarmente emozionante alla fine dell'evento, quando Angelo Liuzzi, Vicepresidente del CPA di Bolzano, ha annunciato che questo sarebbe stato il suo ultimo raduno. “Ho trascorso dei momenti bellissimi qui con voi e ho potuto raccogliere esperienze che porterò sempre nel cuore. Mi auguro che continuiate su questa strada e che i giovani arbitri, come il nostro arbitro nazionale Simone Pandini, colgano l'opportunità di rappresentare con orgoglio la nostra realtà anche fuori Provincia”.

 

 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri