Inizia una nuova sfida per dodici fischietti, due grazie al doppio tesseramento

Inizia una nuova sfida per dodici fischietti, due grazie al doppio tesseramento

Sezione di Imperia

Dodici giovani della provincia d'Imperia sono entrati a far parte dell’Associazione Italiana Arbitri. Il Corso, iniziato a fine ottobre, è stato tenuto dal Responsabile degli osservatori sezionali Franco Cane e dall'Organo Tecnico Luigi Rambaldi. In seguito, i giovani sono stati assistiti dal Presidente di Sezione Alessandro Savioli e dall'osservatore regionale Gianpaolo Rosato. 

“Dirigere le gare non è facile perché l’arbitro deve operare delle scelte che sovente non vengono ben accettate dalle società - così ha affermato il coordinatore del Corso Franco Cane - Anche se sul terreno di giuoco alcune gare appaiono complicate da arbitrare e alcune società risultano difficili da gestire, è necessario non mollare mai e alla fine le soddisfazioni arrivano”. 

"Il dovere principale del direttore di gara è quello di accertare che durante le partite tutto si svolga nel rispetto del Regolamento”. In seguito, Luigi Rambaldi ha aggiunto: “L’arbitro è responsabile di ciò che accade dal momento in cui giunge presso l'impianto sportivo fino al termine del match quando abbandona l’impianto”. 

L’esame è stato svolto dalla Commissione costituita dal Presidente Ettore Quarti, Componente del Comitato Regionale della Liguria del Calcio a 5, dal Componente Roberto Lazzarino, Rappresentante dell'Associazione presso gli Organi di Giustizia Sportiva, e dal Componente Alessandro Savioli, Presidente di Sezione.
I dodici nuovi arbitri, tutti risultati idonei, sono: Francesco Amoretti, Riccardo Bettinelli, Lorenzo Caldari, Davide Caridi, Alessandro Dall'Olio, Andrea Fabiano, Michele Gerini, Francesco Russo, Matteo Trifone, Emanuele Zola oltre a Filippo Contessa e Alessandro Raineri, due giovani che grazie al nuovo progetto del doppio tesseramento militano come giocatori nella società calcistica dell'Atletico San Lorenzo. 

Al termine dell'esame, i nuovi arbitri hanno condiviso le loro sensazioni: “In passato ho giocato a calcio e a pallacanestro; all’inizio ho avuto timore ad iscrivermi al Corso, ma poi l'apprendimento del Regolamento non è stato difficile. - ha detto Alessandro Dall'Olio - Mi piace molto quest'esperienza, ritengo che questa sia un'attività che aiuta a credere in sé stessi e nelle proprie capacità; la strada è appena iniziata, ma sono tranquillo, mi piace quello che sto intraprendendo e confido in evoluzioni importanti”. 

Significative altresì le parole di Simone Caridi, figlio d'arte, in quanto suo padre Maurizio è stato negli anni ‘90 un eccellente direttore di gara nelle massime categorie regionali: “Quella d'iscrivermi al Corso è stata una decisione importante e veramente una bella esperienza. Ho studiato ed appreso tanto e con i colleghi si è interagito molto. Speravo che le lezioni si protraessero per meno tempo da poter scendere al più presto in campo, ma purtroppo per l'emergenza sanitaria il Corso si è interrotto per due mesi, da dicembre a gennaio. Nonostante questo tutti noi abbiamo aspettato pazienti e non abbiamo mai smesso di studiare il Regolamento”. 

 

Foto di Luca Novaro Mascarello 

In copertina: Alessandro Savioli, Luigi Rambaldi, Roberto Lazzarino, Ettore Quarti, Franco Cane, Gianpaolo Rosato con i neo direttori di gara della Sezione d'Imperia. 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri