La lezione di Marchetti: "Ascolto dei colleghi e degli osservatori per migliorarsi sempre più"

La lezione di Marchetti:

Sezione di Viterbo

Si è svolta a Viterbo la riunione tecnica con l’arbitro della CAN Matteo Marchetti. Dopo un’intensa seduta di allenamento con i colleghi viterbesi, il direttore di gara si è intrattenuto con loro in una sala del Balletti Park Hotel di San Martino al Cimino (VT).

Grande emozione ha suscitato il ricordo dell’osservatore arbitrale Giuseppe Ioncoli, scomparso prematuramente a causa di un incidente stradale mentre si recava a visionare un collega. “Venne a vedermi in occasione di una partita del campionato Promozione a Soriano nel Cimino – ha ricordato Marchetti tra gli applausi – nel colloquio del dopo gara mi disse che ero da Serie A. Non gli credetti e invece oggi sono qua a parlare con voi.”

Il direttore di gara ha tenuto una vera e propria lezione motivazionale. “Dovete conoscere il regolamento e allenarvi con costanza – ha detto ai giovani colleghi – ma occorre la mentalità, mettersi in discussione, avere capacità di autocritica e di autovalutazione delle proprie prestazioni. Non esaltatevi nei momenti positivi e non vi abbattete quando le cose non vanno bene. Anche le gare apparentemente facili devono essere affrontate con la stessa intensità e non prese sottogamba. Un altro pregio è quello di restare umili – ha proseguito Marchetti – imparare dagli errori degli altri anziché criticare i colleghi e domandarsi cosa dovremmo fare se un episodio simile accade a noi sul terreno di gioco. Potete imparare molto andando a vedere i colleghi quando arbitrano e ascoltare con attenzione i consigli degli osservatori arbitrali e degli arbitri più esperti. Questo consente di migliorarsi giorno per giorno e non lasciare nulla di intentato. Anche perché un bivio durante l’attività arbitrale arriva per tutti e occorre fare delle scelte.

Certamente – ha concluso Marchetti – la serenità famigliare e lavorativa influisce sulle nostre prestazioni. Avere un lavoro e una famiglia che condivide e appoggia le nostre scelte ci fa stare più concentrati. E infine c’è la Sezione, dove non ci deve essere competizione o peggio invidia verso i colleghi, ma una sana collaborazione.”

Presenti alla riunione Emanuele Aronne, assessore comunale allo sport; Ugo Baldi, delegato CONI di Viterbo e Angelo Moracci, delegato della FIGC di Viterbo.

Il Presidente della Sezione AIA di Viterbo, Luigi Gasbarri, ha consegnato al collega Marchetti dei libri che narrano la storia della sezione e un oggetto ricordo di Viterbo. Il direttore di gara ha ricambiato il gentile dono consegnando una sua maglietta di gioco.

In copertina: Marchetti riceve un dono dal presidente Gasbarri

In fotogallery:

  1. Allenamento nel campo sportivo del Balletti Park Hotel di San Martino al Cimino;
  2. Un’altra fase dell’allenamento di Marchetti con i giovani colleghi viterbesi;
  3. Da sinistra Marchetti e Gasbarri all’inizio della riunione tecnica;
  4. Gli iscritti viterbesi assistono alla riunione con Marchetti;
  5. Il saluto dell’assessore comunale allo sport Emanuele Aronne;
  6. Foto finale, da sinistra Aronne, Baldi, Gasbarri, Marchetti e Moracci;
  7. Marchetti consegna in dono la sua maglia da gara.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri