La metafora dell'assistente CAN Pagnotta sulla carriera nell’AIA

La metafora dell'assistente CAN Pagnotta sulla carriera nell’AIA

Sezione di Vibo Valentia

Il 25 marzo la Sezione di Vibo Valentia ha ospitato come relatore l'assistente della Commissione Arbitri Nazionale di Serie A e B Orlando Pagnotta, nell’ambito del tour delle sezioni degli associati di vertice, programmato dall’AIA centrale con sorteggio.   

Dopo i consueti saluti del Presidente sezionale Nazzareno Manco, che ha ricordato con affetto un playoff di Serie D diretto proprio insieme ad Orlando Pagnotta quasi dieci anni fa, l'ospite ha iniziato il suo intervento. L’assistente CAN, con all'attivo più di venti gare nella massima serie, ha esordito parlando della sua storia arbitrale, arrivata da arbitro fino alla Commissione Arbitri Interregionale e ripartita con la bandierina in mano fino ai campi della Serie A. Una carriera fatta di umiltà, di sacrifici ma anche di coincidenze. L'ospite ha detto riguardo l'attività di arbitro: “La carriera nell'AIA è come un grande tiro ad una fune, ognuno tira individualmente e allo stesso tempo insieme agli altri, con la corda che deve essere sempre tesa per arrivare al traguardo”. In questa metafora il tenere sempre in tensione la corda rappresenta l'impegno, il sacrificio, il non mollare mai; bisogna sempre tirare per arrivare al traguardo, durante il percorso si può essere ostacolati, si può essere aiutati dagli altri, si può allentare la presa, ma non si può mai mollare, in fondo ci arrivano solo quelli che hanno tirato di più.

Pagnotta ha poi proseguito parlando del suo ruolo all'interno dell'Associazione, di ciò che rappresenta per lui l'AIA e ciò che dovrebbe rappresentare per gli altri. Ha infine concluso mostrando alcuni video tecnici su DOGSO, SPA, fallo di mano e fuorigioco, tramite i quali, interagendo con la platea, ha avuto l'occasione di mostrare il modus operandi di un arbitro di Serie A, anche tramite VAR e auricolari.

Orlando ha così dato ampio spazio alle curiosità degli associati della Sezione, portando nella sala riunioni della Sezione di Vibo un po' di Serie A.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri