La storia di Nunzio Grasso, da assistente regionale a IV ufficiale di gara in Women's Champions League

La storia di Nunzio Grasso, da assistente regionale a IV ufficiale di gara in Women's Champions League

E' una storia molto particolare quella accaduta a Nunzio Grasso, della Sezione di Roma 1, che ieri sera ha esordito in Champions League femminile come IV ufficiale di gara. Nunzio, inquadrato nell'organico del Comitato Regionale Arbitri del Lazio come assistente arbitrale, svolge infatti abitualmente il ruolo di Referee Liason Officer (RLO), ovvero di accompagnatore delle squadre arbitrali estere che giungono a Roma per partite internazionali. 

Ieri, a poche ore dall'inizio della partita Roma-Wolfsburg, l'arbitro designato dalla UEFA ha infatti subìto un problema fisico. Questo ha comportato la sua sostituzione da parte del IV ufficiale di gara. Nunzio, che era insieme alla squadra arbitrale, ha quindi assunto il ruolo di nuovo IV ufficiale, esordendo così in tale veste nella competizione internazionale.

"Non mi sarei mai aspettato di ricevere questa notizia - ha raccontato - Quando ho ricevuto la telefonata mancavano solo quattro ore al fischio d'inizio e il primo pensiero è stato di dispiacere per l'arbitro che ha dovuto rinunciare a scendere in campo. Quando ho poi realizzato l'incarico che mi era stato affidato, è stata una grande emozione e mi sono passati davanti venti anni di arbitraggio. Nella mia carriera non ho infatti mai raggiunto le categorie nazionali, per questo il fatto di trovarmi in un contesto del genere, indossando gli abiti UEFA, è stato un motivo di orgoglio ma anche di grande responsabilità. Devo ringraziare per la fiducia che mi è stata accordata. Le colleghe mi hanno poi fatto sentire da subito, ancor di più, parte della squadra. E' stato tutto molto bello e me lo sono goduto fino all'ultimo secondo del quinto minuto di recupero. E' stato poi un onore essere valutato, nel ruolo di IV ufficiale di gara, da un osservatore internazionale di grande esperienza. Io sono un passionale e vivo l'Associazione Italiana Arbitri con gioia ed entusiasmo, scendendo ogni volta in campo con la voglia di dare il mio contributo e di divertirmi. Ieri è stato il giorno più bello dei miei 20 anni di arbitraggio".

Nunzio Grasso è impegnato nell'AIA anche a livello associativo, occupandosi di comunicazione, in qualità di Referente per il Comitato Regionale Arbitri del Lazio.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri