L'assistente CAN Federico Votta in campo per una partita di Calcio Paralimpico: "Nel sorriso di questi ragazzi c'è la vera essenza dello sport"

L'assistente CAN Federico Votta in campo per una partita di Calcio Paralimpico:

"Nel sorriso di questi ragazzi c'è la vera essenza dello sport". A parlare è Federico Votta, assistente arbitrale in forza alla CAN, che nei giorni scorsi ha arbitrato una partita di calcio paralimpico. Una tematica per la quale l'Associazione Italiana Arbitri si è sempre mostrata molto sensibile. Numerose sono state infatti le iniziative che domenica scorsa, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, si sono svolte nelle varie regioni italiane.

In Basilicata erano in programma due gare amichevoli che hanno visto scendere in campo Federico Votta, che è anche Presidente della Sezione AIA di Moliterno, e Simona Sergio della Sezione di Potenza. L'Associazione Italiana Arbitri, attraverso uno dei propri esponenti di Serie A e B, ha quindi voluto dimostrare la sua vicinanza alle iniziative della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della Federazione Italiana Giuoco Calcio. 

"E' stata un'esperienza bellissima, perchè in questi eventi si respirano tutti i valori dello sport " ha raccontato Federico Votta, che per un giorno ha lasciato la bandierina utilizzata nei massimi Campionati professionistici per riprendere il fischietto e dirigere questa partita di calcio paralimpico. "Nei volti dei ragazzi si leggeva la gioia di giocare a calcio e di stare insieme - ha aggiunto - Anche quando subivano una rete, andavano a recuperare il pallone con il sorriso, desiderosi solo di ricominciare a giocare subito".

La giornata è iniziata con un momento di sensibilizzazione e la presentazione dell'evento. In quella occasione, alla presenza anche del Presidente della Sezione di Potenza Mario Loffredo, è stata ribadita la disponibilità dell'Associazione Italiana Arbitri a consolidare sempre di più il rapporto con il movimento calcistico paralimpico per collaborare a nuovi progetti futuri. "Abbiamo anche invitato i ragazzi e i loro genitori ad entrare nelle Sezioni AIA per conoscere la nostra realtà - ha concluso Votta - In questo, con grande piacere, abbiamo trovato ampia disponibilità da parte di tutti". 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri