L’assistente internazionale Giallatini ospite degli arbitri imperiesi

L’assistente internazionale Giallatini ospite degli arbitri imperiesi

Sezione di Imperia

Il Presidente della Sezione di Imperia Alessandro Savioli, unitamente al Presidente Regionale Fabio Vicinanza e ai due associati Internazionali Davide Massa e Stefano Alassio, ha introdotto la riunione che ha avuto come ospite Alessandro Giallatini, assistente internazionale, presentando i dodici nuovi arbitri che recentemente hanno superato l’esame per diventare a tutti gli effetti direttori di gara.

Successivamente, Il Vicepresidente di Sezione Federico Marchi, fresco del debutto in Serie A come osservatore della Commissione Osservatori Nazionale Professionisti, rivolgendosi ai nuovi arrivati ha raccontato del solido legame che lo lega con l’Associazione da quasi 30 anni: “L'osservatore è un associato che, soprattutto, impara. – ha detto Marchi – La Sezione è un buon posto per crescere anche dal punto di vista umano”.

La parola è poi passata a Giallatini che ha mostrato immagini e filmati della sua carriera partendo da una sua fotografia che lo ritraeva giovanissimo debuttante sui campi polverosi della capitale. L’ospite infatti ha superato l’esame del Corso Arbitri indetto dalla Sezione di Roma 2 agli inizi degli anni 90’. In seguito, quando è stato nominato arbitro internazionale, ha calcato campi prestigiosi come l'Estadio do Sport a Lisbona, di Wembley a Londra, l'Hampden Park di Glasgow, e incrociato calciatori affermati come Leo Messi, Cristiano Ronaldo e Kylian Mbappé.

Nel suo racconto Alessandro ha confidato ai presenti la sua passione giovanile per gli album delle figurine, per i mondiali di Spagna del 1982 e per i palloni con cui si giocava all'epoca e ha mostrato un palmares prestigioso guadagnato con passione, sacrifici e fatica.

“Centinaia di partite con la bandierina, tante persone conosciute, amici che non si dimenticano – ha detto Giallatini - episodi e ricordi che hanno riempito la mia esistenza e che nessuno potrà mai cancellare”.

La sua carriera è cambiata con la scelta consapevole d'abbandonare il fischietto per passare alla bandierina; da lì è stata un’escalation continua: “Nella mia carriera d'assistente ho attraversato decenni di grande calcio e coadiuvato i nostri migliori direttori di gara – ha proseguito Alessandro - Ogni esperienza è stata preziosa, ma quei raduni a Coverciano nell'ottobre del 2009, dove mi comunicarono il mio esordio in Serie A, e quel corso di dieci giorni a Nyon, organizzato dall'Uefa, che furono la rampa di lancio per il mio debutto da internazionale, hanno conquistato un posto speciale nei miei ricordi”.

Applaudito dai presenti, l'ospite ha regalato ad Alessandro Savioli la divisa indossata nella finale di Champions League, mentre il Presidente Sezionale ha ricambiato con un omaggio da parte della Sezione.

 

Foto di Federica Sibilla 

In copertina il Presidente Sezionale Alessandro Savioli introduce l'assistente Internazionale Alessandro Giallatini.

In gallery:

1: Giallatini in mezzo a Savioli e al Presidente Regionale Fabio Vicinanza;

2: Savioli e Giallatini insieme ai colleghi Internazionali Davide Massa e Stefano Alassio (e con i Responsabili del Corso Arbitri) in posa con i nuovi direttori di gara;

3: Il Vicepresidente Sezionale Federico Marchi;

4: Immagini della carriera d'Alessandro Giallatini;

5: L'ospite consegna ad Alessandro Savioli la divisa della finale di Champions League;

6: Il Presidente Sezionale fa un omaggio all'assistente.

 

 

 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri