L'intelligenza artificiale entra nel mondo del calcio

L'intelligenza artificiale entra nel mondo del calcio

Grazie alla collaborazione tra Blu Pantheon e Lega Pro, con il supporto dell’Associazione Italiana Arbitri, l’intelligenza artificiale entra a far parte del mondo del calcio con due progetti. Un team mirato sta addestrando quello che sarà il primo agente conversazionale in grado di interagire in merito alle regole del calcio, secondo i manuali arbitrali attualmente in vigore e periodicamente soggetti ad aggiornamenti. Anche gli arbitri potranno, eventualmente, entrando sul sito della Lega Pro, interagire con l’assistente digitale durante i loro corsi di formazione ed addestramento. Un Avatar, con sembianze umane, sarà in grado di recepire domande sul Regolamento del Giuoco del Calcio fornendo le relative risposte. Tutti gli appassionati potranno consultare in ogni momento del giorno i temi riguardanti le regole del calcio, anche in relazione ad eventi dubbi accaduti durante le partite più recenti. Il team punta ad introdurre questa novità a partire dal prossimo campionato.

Di questo primo sviluppo ha parlato Pasquale Fedele, R&D Director di Blu Pantheon: “Ho provato a chiedere all’assistente digitale come viene sanzionato il fallo da ultimo uomo, questo mi ha risposto che la definizione di fallo da ultimo uomo è stata superata da alcuni anni dai cosiddetti DOGSO e SPA, spiegandomi le differenze. Da un breve sondaggio tra conoscenti non ero il solo a non conoscere tale differenza e tutti concordi sul fatto che la prossima volta, prima di protestare davanti ad un episodio dubbio, consulteremo l’assistente digitale”.

Il secondo sviluppo in corso riguarda le società di Lega Pro che, sempre grazie all’assistente digitale, saranno informate ed indirizzate in merito ai programmi ed agli incentivi messi a disposizione dall’Unione Europea, dal governo centrale e dai governi regionali. I club riceveranno bandi di interesse ed avranno servizi esclusivi concretizzando asset di investimenti per la loro sostenibilità economica e saranno seguiti nella predisposizione delle pratiche.

Una grande innovazione tecnologica portata avanti dalla Blu Pantheon che da sempre sviluppa prodotti e servizi servendosi dell’Intelligenza Artificiale, proponendo nuovi scenari applicativi, nuove visioni e soluzioni complesse, per l’automazione dei processi e l’interazione uomo-macchina sia nel campo della Sanità che delle Smart Cities e dell’Industria.

Di questa nuova sfida si è detto entusiasta Claudio Corti, uno dei fondatori di Blu Pantheon: “Essere tra i primi a portare sul mercato un bot talmente evoluto da cambiare il paradigma attraverso il quale vengono erogati i servizi , è una grande soddisfazione resa possibile  dal socio e capo dell’R&D ing. Fedele la cui competenza è riconosciuta a livello globale e dalla determinazione del nostro AD Gino Cipollini. Lega Pro ha creduto fortemente in questo progetto grazie soprattutto al suo Presidente Francesco Ghirelli che non si è fatto sfuggire l’opportunità di essere il primo a portare nel mondo del calcio un bot conversazionale in grado di rendere interattivo e dinamico il rapporto con addetti ai lavori e tifosi. Un ringraziamento doveroso e sincero al dottor Trentalange per aver messo a disposizione un team formato da arbitri esperti e determinati per la buona riuscita del progetto”.

Il Presidente Ghirelli sottolinea l’importanza del progetto: “Ancora una volta la Lega Pro è un test per un progetto innovativo e fortemente evoluto. Siamo sempre di più il laboratorio del calcio e l’opportunità sviluppata da Blu Pantheon può rappresentare una svolta per la comprensione delle regole del gioco e per facilitare il lavoro di tutti. E i club avranno un assistente digitale che potrà affiancarli con tanti servizi esclusivi”.

L’Associazione Italiana Arbitri, infine, ha accolto con interesse la proposta della Lega Pro di collaborare a questa iniziativa. Ha partecipato ad alcuni incontri per garantire un supporto, con la supervisione del Settore Tecnico Arbitrale e della Commissione di Studio per l’Innovazione, teso a far conoscere il regolamento del giuoco calcio nel modo più semplice e comprensibile. L’Associazione Italiana Arbitri seguirà con grande attenzione l’evoluzione di questo progetto innovativo promosso dalla Lega Pro.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri