Maurizio Viazzi: “Gli arbitri devono essere curiosi”

Maurizio Viazzi: “Gli arbitri devono essere curiosi”

Sezione di Albenga e di Savona

Lo scorso 14 gennaio si è svolta online la Riunione Tecnica congiunta tra le Sezioni di Albenga e Savona, con ospite Maurizio Viazzi della Sezione di Imperia, Componente della Commissione Osservatori Nazionale Dilettanti che, oltre al proprio bagaglio tecnico nel ruolo attuale, ha portato la sua esperienza da assistente arbitrale, che gli ha fatto raggiungere la triplice cifra di presenze nel massimo Campionato.

In apertura della riunione, il Componente della CON DIL ha espresso il suo pensiero: "Sono contento di far parte del progetto di formazione dei ragazzi, soprattutto per quanto riguarda le Sezioni di Albenga e Savona con le quali sono cresciuto. Mi dà un'enorme soddisfazione poter essere d'aiuto".

Viazzi ha impostato l’incontro in modalità interattiva, cercando di riscontrare un continuo feedback dai colleghi più giovani. Gli argomenti trattati hanno riguardato lo spostamento e il posizionamento durante le riprese di gioco.

La riunione si è concentrata principalmente sulla visione di video, per sviscerare concretamente gli episodi da cui trarre esempi da seguire ed errori da non commettere sul terreno di giuoco. Nella prima parte dell’incontro, il Componente CON DIL ha precisato come lo spostamento corretto necessiti di un’ottimale condizione atletica e fisica dell’arbitro, in modo che lo stesso riesca sempre a essere posizionato “al posto giusto nel momento giusto”.

“Esistono tre fasi” - ha spiegato Viazzi - “impostazione dello spostamento, lettura delle situazioni che si possono verificare e, infine, necessariamente una scelta che bisogna fare.” In sostanza, l’arbitro deve essere vicino all’azione per effettuare una scelta più credibile ed essere in un punto del terreno di giuoco dove riesca ad avere un angolo di visione tale da attenzionare le situazioni che si possono andare a creare.

Successivamente, Viazzi ha evidenziato quanto sia importante per l’arbitro entrare in area di rigore: “Dovete avere timore di quello che può succedere all’interno dell’area di rigore e quindi dovete entrarci con forza fisica, ma anche mentale. È proprio qui che deve concentrarsi l’attenzione di un buon direttore di gara, che abbia voglia di vedere la situazione a fondo”.

Nella seconda parte della riunione, Viazzi ha elencato i vari posizionamenti corretti da parte dell'arbitro nelle riprese di giuoco. “Il concetto di priorità diventa fondamentale per capire la prima cosa che ci può mettere in difficoltà. Ad esempio, nei calci di punizione si pone il primo problema: se far posizionare la barriera dentro o fuori l’area di rigore. Nel primo caso, ovviamente, la priorità è osservare la barriera per un'eventuale situazione di calcio di rigore per fallo di mano”.

In conclusione della serata, il Presidente della Sezione AIA di Savona, Simone Roba, ha detto: “È stato bello essere di nuovo insieme con gli amici di Albenga e avere con noi Maurizio è stato davvero un valore aggiunto: sono certo che gli arbitri, appena potranno tornare in campo, metteranno in pratica i consigli di questa sera”.

Anche il Presidente della Sezione di Albenga, Igor Vecchio, ha commentato l’incontro: “Parlo per i giovani: quello che Maurizio ha detto questa sera è da tenere sempre ben presente, in quanto è riuscito a dare una spiegazione chiara ed esaustiva di due argomenti molto importanti, soprattutto per i colleghi che hanno iniziato da poco. Viazzi ha inoltre parlato della curiosità che l’arbitro deve avere in campo: dovete essere curiosi per capire cosa sta accadendo in una determinata situazione di giuoco. Solamente questa voglia vi porta a essere più vicini all’azione di gioco e vi agevola nel prendere le decisioni corrette”.

 

In copertina il Componente della CON DIL Maurizio Viazzi.

In gallery:

  1. Il Presidente della Sezione di Albenga Igor Vecchio;
  2. Il Presidente della Sezione di Savona Simone Roba;
  3. e 4. Alcuni momenti della riunione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri