Prosegue la presentazione degli Erasmus Arbitrali, un'importante opportunità per i giovani associati

Prosegue la presentazione degli Erasmus Arbitrali, un'importante opportunità per i giovani associati

Sezione di Brescia

La Sezione AIA di Brescia ha ospitato nella prima lezione tecnica del nuovo anno il Componente della Commissione di studio per l’Erasmus Arbitrale ed i Rapporti Internazionali, Renato Faverani della Sezione di Lodi. L’ex assistente arbitrale internazionale, che nel proprio background annovera la direzione della finale del Campionato Mondiale di calcio del 2014, ha presentato il Progetto “Erasmus arbitrale” che ha visto, nella prima edizione, la partecipazione di circa 70 giovani arbitri provenienti dalle sezioni italiane al torneo IberCup, svoltosi la scorsa estate in Portogallo e Spagna. I giovani arbitri hanno avuto l’opportunità di dirigere gare tra squadre di diverse nazioni di alto livello, confrontandosi e sperimentando il teamwork con i colleghi delle altre federazioni europee, scambiandosi le differenti esperienze arbitrali e rafforzando il loro livello d’inglese. Non meno importante l’aspetto umano del progetto, con gli scambi interpersonali ed i legami d’amicizia che si sono instaurati durante il torneo.

Faverani ha poi illustrato i diversi tornei organizzati per la stagione in corso in: Francia, Spagna, Portogallo, Svezia e Florida, quest’ultimo dedicato esclusivamente alle ragazze arbitro, suscitando la curiosità e l’interesse a partecipare di molti nostri associati. Inoltre, ha sottolineato l’importanza dell’impegno vista la selezione per i posti disponibili molto ambiti di un’iniziativa altamente formativa, non solo in campo arbitrale, per i giovani candidati.

Nella seconda parte della lezione sono stati affrontati gli aspetti più strettamente tecnici, emersi con forza anche nell’esperienza in Portogallo,  legati al posizionamento, allo spostamento sul terreno di giuoco ed al senso tattico, frutto di una preparazione atletica ottimale ed un’approfondita conoscenza della tecnica calcistica. Aspetti questi illustrati attraverso la visione e l’analisi dei filmati di gare di livello provinciale e regionale, particolarmente importanti per la crescita degli associati fin dalle primissime categorie.

In conclusione, Renato Faverani ha rimarcato l’importanza del saper scegliere ed ha spronato, soprattutto i giovanissimi, a prefissarsi sempre un obiettivo, sia in campo arbitrale che in tutti gli altri ambiti della vita.

“É vero che nella vita bisogna salire sui treni delle opportunità, ma se non costruiamo noi stessi i binari, nessun treno passerà mai!

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri