Quattordici nuovi arbitri, Zaccaria: “Buon risultato, nonostante la pandemia”

Quattordici nuovi arbitri, Zaccaria: “Buon risultato, nonostante la pandemia”

Sezione di Avellino

Voglia di ripartire, di ricominciare. Con queste parole può sintetizzarsi l’obiettivo, la finalità di un Corso Arbitri che ha voluto rappresentare un ritorno alla normalità, l’avvio verso la coltivazione di una passione e di un sogno, e il lasciarsi alle spalle un momento buio come la pandemia.

E nella serata di lunedì 24 gennaio, 14 ragazzi hanno completato il percorso formativo e si sono avviati verso un cammino che può regalare loro gioie, soddisfazioni, ma soprattutto rappresentare un percorso di crescita umana e caratteriale, entrando nel mondo dell’Associazione Italiana Arbitri.

La sessione di esami si è tenuta in videoconferenza, alla presenza della Commissione d’Esame composta dal Presidente di Sezione Saverio Zaccaria, dal Componente del Settore Tecnico dell’AIA ed associato irpino Antonio Ruggiero e dal Componente del Comitato Regionale Arbitri Campania Alberico Galluccio.

Il Corso, svoltosi per gran parte in presenza con un’assidua frequenza da parte degli aspiranti arbitri, è stato coordinato da Ruggiero, coadiuvato in maniera proficua dagli associati nazionali Paolo Cipolletta, Paolo Roselli, Fabio Mattia Festa e dagli associati regionali Lelio Petruzziello e Simone Palmieri, che hanno trasmesso anche la loro esperienza proveniente dal terreno di gioco.

Ai candidati sono stati dapprima somministrati i quiz tecnici e successivamente, previa verifica delle risultanze, sono stati esaminati con un colloquio orale da parte della Commissione, la quale ha successivamente dichiarato l’idoneità dei 14 candidati, tra cui anche una quota rosa.

I nuovi arbitri: Umberto Battista, Antonio Capozzi, Daniela Del Giudice, David Ferrara, Salvatore Genovese, Mario Guariniello, Fabrizio Lombardi, Antonio Medugno, Antonio Musco, Angelo Oria, Simone Perna, Davide Santillo, Francesco Pio Tarantino e Antonio Vegliante.

I giovani fischietti giungono in un momento in cui il reclutamento assume rilievo fondamentale per tutta l’Associazione, per la soddisfazione del Presidente Zaccaria: “Siamo in un momento difficile, dove la pandemia ha notevolmente allontanato diversi associati dalla nostra Associazione. Reclutare nuove promesse serve a dare linfa a tutto il movimento arbitrale, e anche grazie alla campagna di comunicazione del nuovo corso dell’AIA, siamo riusciti a svolgere un corso soddisfacente. Non vediamo l’ora di accompagnare i nuovi arbitri in campo, il futuro dell’AIA!”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri