Raduno CON 5. Peroni: “Grande investimento dell’AIA per la formazione degli osservatori”

Raduno CON 5. Peroni: “Grande investimento dell’AIA per la formazione degli osservatori”

Commissione Osservatori Nazionale di Calcio a 5

È la Commissione Osservatori Nazionale per il Calcio a 5 guidata da Francesco Peroni a concludere il ciclo di raduni organizzati nel periodo estivo presso il Centro Sportivo di Sportilia.

“Viviamo un momento storico nel corso del quale il grande investimento del Comitato Nazionale dell’AIA ci permette di crescere a livello tecnico con sempre maggiori strumenti: siamo qui nell’interesse del Futsal e dell’Associazione” ha detto Francesco Peroni aprendo i lavori all’interno dell’aula Stefano Farina. “La nostra attività è fatta di conoscenza del Regolamento, condivisione di esperienze e grande passione per l’arbitraggio” ha proseguito Peroni dando il benvenuto ai 111 osservatori presenti: “È importante vivere la parte associativa del nostro movimento portando la nostra esperienza anche a livello periferico collaborando con le Sezioni e coinvolgendo i giovani”.

Dopo aver presentato la Commissione composta da Luca Davigo, Angelo Passarani, Franco Piu e Claudio Zuanetti, formazione invariata rispetto alla scorsa Stagione Sportiva, il Responsabile Francesco Peroni ha ringraziato l’intero organico dicendo: “Sono molto onorato e orgoglioso di guidare questa squadra: il successo del singolo rappresenta un punto di partenza per l’intero gruppo”. A sottolineare la grande sinergia con la Divisione del Calcio a 5, ha preso parte ai lavori il Consigliere Andrea Farabini che ha detto: “Vedo lavoro, vedo impegno, vedo competenza, vedo passione: gli arbitri e gli osservatori sono da prendere come esempio in quanto investiti di una grande responsabilità per il bene del Futsal”. È intervenuto anche il Responsabile dell’ufficio del Giudice Sportivo Marco Biagini a segnalare la fattiva collaborazione tra l’AIA e gli organi di giustizia.

In un’ottica di massima condivisione e di trasparenza il Responsabile della CAN 5 Élite Angelo Galante ha illustrato agli osservatori le disposizioni impartite nel corso dei raduni da poco conclusi: “Il confronto è lo strumento migliore per crescere insieme tecnicamente” ha detto Galante che ha poi proseguito “C’è una grande sinergia tra le Commissioni e questa garantisce una valutazione totalmente libera e terza”.

I lavori tecnici sono entrati nel vivo con l’intervento del Responsabile della CAN 5 Francesco Falvo: “L’istituzione delle CON ha rappresentato una rivoluzione copernicana: i risultati sono tangibili e frutto di un grande costante lavoro fatto di tecnica, condivisione, terzietà e grande unità d’intenti” ha sottolineato Falvo che ha proseguito dicendo: “Gli osservatori portano grande entusiasmo perché mossi da una profonda e sincera passione per questa attività. In quest’aula e nei vostri occhi si avvertono solide motivazioni e sane ambizioni”. Il Componente della CAN 5 Antonio Mazza ha portato il suo saluto ai presenti dicendo: “La vostra dedizione, l’amore, la passione e lo spirito di servizio nei confronti dell’Associazione e degli arbitri si leggono negli occhi delle ragazze e dei ragazzi che scendono sul terreno di gioco ogni weekend”.

Il raduno è proseguito con la spiegazione della Circolare n. 1 seguita dai Quiz Tecnici a cura del Componente del Settore Tecnico (Modulo Formazione, Regolamento e perfezionamento tecnico del Calcio a 5 e Beach Soccer) Domenico Guida: approfonditi i concetti legati soprattutto ai falli di mano e alla DOGSO.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri