Raduno CON BS, Conti: “Ripercorreremo la stessa linea tecnica impartita agli arbitri”

Raduno CON BS, Conti: “Ripercorreremo la stessa linea tecnica impartita agli arbitri”

CON BS

“La valorizzazione degli arbitri passa attraverso il vostro contributo tecnico e un organico specifico permette agli osservatori di lavorare in maniera ancor più attenta e libera”. Si è aperto con queste parole del Componente del Comitato Nazionale dell’AIA Carlo Pacifici il secondo raduno stagionale in videoconferenza della Commissione Osservatori Nazionale per arbitri della CAN Beach Soccer. “Quella in corso si può definire una Stagione di sperimentazione – ha proseguito Pacifici – Una sperimentazione che sta dando frutti interessanti e addirittura oltre le aspettative: in questo nuovo percorso gli osservatori arbitrali sono ben definiti in Commissioni a loro dedicate assicurando indipendenza nel giudizio e terzietà sempre in funzione della crescita tecnica degli arbitri. Parlarsi, confrontarsi e colloquiare continuamente è fondamentale perché aiuta a ricoprire il proprio ruolo con maggior contezza e consapevolezza”.

Il Responsabile della CON BS Michele Conti ha dato il benvenuto ai presenti sottolineando la forte sinergia della Commissione Osservatori con la Commissione Arbitri di Beach Soccer: è stato innanzitutto illustrato il percorso tecnico e formativo strutturato con riunioni online e analisi regolamentare in vista del primo raduno in presenza che suggellerà l’inizio effettivo dei campionati a ridosso della stagione estiva. “Ripercorreremo la linea tecnica che è stata impartita agli arbitri analizzando gli stessi episodi critici e cercando di uniformare il giudizio di ognuno di noi”, ha spiegato Michele Conti andando anche a sottolineare l’importanza di una lettura attenta del nuovo Regolamento. Insieme alle nuove regole del Beach Soccer è stata elaborata anche la nuova relazione che gli osservatori dovranno compilare a margine delle gare uniformandosi a quanto previsto per il Calcio a 5: “Siamo un bel team e sicuramente il lavoro paga”, ha detto Andrea Liga, Responsabile del Modulo Formazione del Settore Tecnico dell’AIA (Regolamento e perfezionamento tecnico del Calcio a 5 e Beach Soccer). “Questo lavoro condiviso ha permesso di giungere ad una nuova relazione di fine gara che rappresenta uno strumento ancor più importante diventando un documento semplice e che mira a fornire indicazioni pratiche”.

“La Stagione 2022 si preannuncia molto intensa con un’implementazione del numero di squadre coinvolte”, ha spiegato il Responsabile della CAN BS Alfredo Balconi. “I campionati saranno organizzati per garantire ancor più spettacolo in virtù di dinamiche diverse per quanto riguarda i playoff e i playout”. Balconi ha dunque analizzato quelle che dovrebbero essere le tappe della Stagione condividendo inoltre i feedback del recente raduno della CAN BS: “C’è grande entusiasmo tra gli arbitri e per immergersi a pieno nello spirito del Beach Soccer è stata visionata insieme una gara intera di Coppa Intercontinentale analizzandone la direzione arbitrale”. Nel corso dell’incontro sono stati analizzati con gli osservatori diversi video attenzionando tra le varie cose il corretto spostamento da adottare, la gestione del fallo di mano, la tutela della rovesciata e la capacità di comunicare. Agli osservatori è stato chiesto di porre grande attenzione alla gestione dei dettagli e alla condizione atletica: “Una gestualità codificata, uniforme e caratterizzata anche da note di eleganza permette di trasmettere sensazioni positive”, ha detto Alfredo Balconi. “Lo spostamento e i vari posizionamenti devono essere congeniali alle situazioni che si presentano nel corso gara”.

Sono stati approfonditi anche i voti da attribuire alle prestazioni e il significato di ogni giudizio: “La valutazione della gara deve tenere conto anche della conduzione generale e non può essere basata esclusivamente su episodi”, ha spiegato Andrea Liga. “L’osservatore non deve aver paura di uscire dalla propria confort zone”, ha detto Carlo Pacifici nel concludere l’incontro. “L’osservatore deve essere attento e coraggioso perché l’obiettivo è anche quello di contribuire ad una graduatoria finale in linea con i valori espressi dagli arbitri all’interno del terreno di gioco nel corso della Stagione”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri