Raduno del calcio a 5, Monaco: “Trovare soluzioni in caso di insuccesso, mai alibi”

Raduno del calcio a 5, Monaco: “Trovare soluzioni in caso di insuccesso, mai alibi”

CRA Basilicata

Il raduno regionale degli arbitri lucani del futsal, che si è svolto sabato 23 settembre presso il Park Hotel di Potenza, ha dato ufficialmente il via alle attività didattiche della Stagione Sportiva 2023/’24.

Gli arbitri e gli osservatori, insieme ai Presidenti di Sezione invitati a partecipare, sono stati accolti in aula dal Presidente del Comitato Regionale Michele Calabrese: “I raduni sono la più grande opportunità di poter apprendere nozioni tecniche, novità regolamentari e aspetti comportamentali. La partecipazione è pertanto fondamentale”, ha precisato Calabrese.

Poi la parola all’Organo Tecnico del calcio a 5, Leonardo Monaco, che dopo un’analisi a tuttotondo della scorsa annata, alquanto proficua, ha detto che confida “nella professionalità e preparazione dei fischietti lucani” ed è sicuro di raggiungere altrettanti risultati positivi “che porteranno, in questa disciplina, lustro alla Basilicata”. Davanti alla platea dove seduti anche gli associati di futsal lucani che operano al nazionale e che nel proseguo faranno un intervento tecnico e motivazionale, Monaco ha continuato con un monito: “E’ più comodo cercare un alibi davanti ad un insuccesso che essere in grado di trovare soluzioni che aiutino a emergere. Ma l’ambizione deve essere proprio di cercare soluzioni. Questo il giusto meccanismo mentale che ci consentirà di essere migliori!”.

Durante la riunione sono arrivati, inaspettati, i video saluti di Antonio Mazza, Componente della Commissione Arbitri Nazionale di Calcio a 5, e di Luca Marconi, Componente del Comitato Nazionale dell’AIA. Entrambi si trovavano alla terza edizione di ‘Play – la festa del futsal italiano’. “Il raduno è sempre un momento importante di crescita tecnica ma soprattutto di crescita di valori di squadra e umanità”, ha riferito Marconi agli associati in aula.

Per la parte prettamente didattica è stato presente il Componente del Settore Tecnico dell’AIA Teodosio Lacava, che ha iniziato trattando, supportato da alcuni video, la differenza tra ‘tirata’ e ‘trattenuta’, valutandone la punibilità tecnico – disciplinare, e il DOGSO. Una volta terminata la parte teorica i presenti sono stati sottoposti a quiz e video quiz tecnici.

Presente allo stage Margherita Perrucci, Componente del Modulo ‘Talent e Mentor’ del Settore Tecnico, che ha espresso soddisfazione per i risultati raggiunti nel suo ruolo.

Poi i vari saluti istituzionali, tra cui il Presidente regionale LND Emilio Fittipaldi e il Delegato FIGC del calcio a 5 Pino Palazzo.  

In ultimo parola alla Componente CRA Marilena Bonavoglia, che ha illustrato le ‘Linee Guida per i Presidenti di Sezione, i Referenti Regionali e Sezionali per il contrasto alla violenza’, a cura della Commissione Nazionale dell’AIA ad hoc di cui è Responsabile Alfredo Trentalange.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2023 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri