Raduno di Eccellenza e Promozione con Pizzi della CAN D e Tozzi del Settore Tecnico

Raduno di Eccellenza e Promozione con Pizzi della CAN D e Tozzi del Settore Tecnico

CRA Lombardia

Uno degli obiettivi principali che la Commissione guidata dal Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Lombardia, Emilio Ostinelli, persegue durante la corrente Stagione Sportiva è quello di formare i giovani e dar loro tutti gli strumenti necessari per affrontare al meglio il Campionato da ambire alla promozione alla categoria superiore oltre che, di conseguenza, al passaggio alla Commissione Arbitri Nazionale di Serie D.

A questo scopo, gli arbitri di Eccellenza e Promozione del CRA Lombardia, si sono riuniti nella mattinata di sabato 29 gennaio, chiudendo un filone didattico aperto in occasione del raduno di metà Campionato, insieme agli ospiti della giornata: Il Responsabile della CAN D, Alessandro Pizzi, e il Responsabile del Modulo “Formazione e perfezionamento tecnico” del Settore Tecnico dell’AIA, Riccardo Tozzi.

Dopo l’analisi di una gara regionale insieme agli Organi Tecnici Luca Detta e Paolo Formato nonché al Presidente Ostinelli, i presenti hanno lavorato con Pizzi e Tozzi sul materiale video del Settore Tecnico proveniente direttamente dai campi di Serie D.

Sono state così ripercorse diverse fasi della gara, a partire dalla preparazione della stessa, in merito alla quale Pizzi ha detto: “Questo è il primo step, l’arbitro del futuro deve studiare per diventare un risolutore di problemi non facendosi mai trovare impreparato davanti agli imprevisti e sapendo sempre come reagire. Durante la settimana bisogna lavorare in quest’ottica e, una volta in campo, bisogna costruire la propria prestazione con incisività, ricordando che più si sale di categoria e più numerosi sono i dettagli e la loro cura a fare la differenza”.

Un altro aspetto fondamentale per la terna, che Pizzi ha trattato, è stato il teamwork: “Quando arriverete nelle categorie superiori, avrete a vostra disposizione e di tutta la squadra delle tecnologie che vi permetteranno di comunicare in maniera più veloce tra di voi. Questa, però, è sprecata se alla base non c’è una buona capacità di collaborazione della terna, che deve essere appresa in questa fase della vostra carriera”.

L’incontro è continuato con l’analisi attiva da parte dei presenti delle immagini proposte, per poi avviarsi alla conclusione della mattinata, in cui Tozzi è intervenuto dicendo: “Avete la grande fortuna di lavorare in un ambiente regionale in cui vi vengono dati tutti gli strumenti necessari per poter fare bene e raggiungere gli obiettivi che vi prefissate. La differenza, quando arriverete nelle Commissioni Nazionali, la farete voi e l’impegno che metterete”.

Infine, salutando i partecipanti, Ostinelli ha sottolineato ancora una volta l’importanza della metodologia su cui questo lavoro viene costantemente basato: “Ancora quest’oggi abbiamo lavorato nell’ottica della trasversalità dei messaggi, che accomunano le categorie superiori alle nostre. Noi vi prepariamo per l’approdo alla Commissione di Pizzi, il tassello in più lo dovete mettere voi. Siate capaci di adattare il vostro approccio al contesto che vi circonda e di dare il massimo”.

Descrizione immagini:  

In copertina il Responsabile della CAN D Alessandro Pizzi.

1. Alessandro Pizzi;

2. il Responsabile del Modulo “Formazione e perfezionamento tecnico” del Settore Tecnico dell’AIA, Riccardo Tozzi;

3. il Presidente del CRA Lombardia Emilio Ostinelli;

4. 5. 6. 7. alcuni momenti della riunione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri