Raduno di inizio campionato con un ricco parterre di ospiti

Raduno di inizio campionato con un ricco parterre di ospiti

CRA Sicilia

Inizia ufficialmente la Stagione di arbitri e osservatori regionali con i consueti raduni precampionato, svolti presso le strutture ‘Federico II’ e ‘Garden’ di Enna, nel cuore della Sicilia.

Sono stati tre giorni, dall’1 al 3 settembre, all’insegna di un’intensa attività di approfondimento tecnico e di confronto.

Nelle prime due giornate protagonisti sono stati gli arbitri inquadrati in Promozione ed Eccellenza. Dopo i saluti della Presidente del Comitato Regionale Cristina Anastasi e la presentazione della squadra di organi tecnici, collaboratori e referenti, i lavori hanno preso il via con il Settore Tecnico dell’AIA, rappresentato dalla Responsabile Modulo ‘Talent e Mentor’, Valentina Garoffolo, e dai Componenti Alessandro Guerriero, Guido Scorrano e Vincenzo Zampardi. Di seguito l’illustrazione della Circolare 1 e i quiz tecnici.

I fischietti, successivamente anche gli osservatori, sono stati impegnati nella visione ed analisi di numerosi video, tra cui i casi di giocata e deviazione per quanto riguarda il fuorigioco e sulla gravità dei falli.

Altro tema centrale di tutti i raduni è stato il team work. Il Componente CRA Nino Santoro si è soffermato sul concetto di lavoro di squadra, di collaborazione continua tra arbitro e assistenti. Essi rappresentano condizione imprescindibile per una buona direzione di gara e, conseguenzialmente, per il successo dell’intero team arbitrale.

Il Vicepresidente CRA Antonino Sciabarrà ha, invece, mostrato una serie di clip selezionate da una gara di Eccellenza, svolgendo una match analysis e soffermandosi in particolar modo sui criteri di valutazione della prestazione della terna. Attività svolta ugualmente anche dal gruppo degli osservatori, nel segno dell’uniformità.

E’ stato forte il richiamo di ritorno alle proprie origini per i tre fischietti siciliani appartenenti alla Commissione Arbitri Nazionale per la Serie A e B: Alberto Santoro, Daniele Rutella e Rosario Abisso.

I primi due hanno voluto lasciare un messaggio ai ragazzi e ragazze, incoraggiando loro a dare tutto delle proprie risorse fisiche e mentali sul terreno di gioco: “Pensate alle vostre gare come fossero tutte delle finali, da arbitrare con la massima grinta e tenacia per raggiungere il vostro obiettivo”.

“Tengo molto a partecipare al raduno di inizio stagione; dentro di me è forte il senso di appartenenza alla mia Sezione e al CRA Sicilia”, ha detto Abisso, che si è intrattenuto con i ragazzi, mettendo a disposizione tutta la sua esperienza: “Scendete in campo ‘leggeri’. Più siete preparati, più vi sentirete leggeri”, ha proseguito.

Chiunque arbitri le gare nei campionati di Promozione ed Eccellenza ha il sogno di arrivare alla CAN e di partecipare ai raduni nazionali a Sportilia. Questo il pensiero di Abisso a riguardo: “C’è una sottile differenza tra il sogno e l’aspettativa: il sogno, che alberga nel cuore e nella nostra testa, è lecito e va, anzi, alimentato. L’aspettativa, invece, è negativa e non ci permette di vivere a pieno l’esperienza arbitrale. Non è importante la destinazione, ma il viaggio”.

Nella seconda giornata si è svolto un incontro istituzionale che ha coinvolto vari ospiti: Nicola Cavaccini, Componente del Comitato Nazionale dell’AIA, i vari siciliani in qualità di Organi Tecnici Nazionali unitamente ai Presidenti di Sezione. Quest’ultimi rappresentano 12 realtà differenti, ma che sono la base di tutte le attività regionali.

Presente anche Sandro Morgana, Presidente della LND Sicilia, con il quale si è fatto un bilancio della Stagione appena trascorsa, ponendosi come obiettivo principale quello di ridurre drasticamente i casi di violenza sugli arbitri.

In conclusione, ha ripreso la parola il Presidente del CRA Cristina Anastasi, augurando un buon inizio di campionato e invitando arbitri e osservatori a ripartire con impegno ma divertendosi, vivendo a pieno il viaggio e continuando a porsi obiettivi da raggiungere step by step.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri