Raduno metà  Stagione CRA Lazio, Dobosz: "La ripresa non sarà semplice, ma siamo pronti"

Raduno metà  Stagione CRA Lazio, Dobosz:

CRA Lazio

 

Al giro di boa della Stagione il Covid è riuscito a fermare i raduni in presenza, ma non la voglia del CRA Lazio di tornare in campo. Il 2022 si è aperto in modalità online lo scorso 2 e 4 gennaio con il Raduno di metà Stagione degli arbitri, che – parola del Presidente Giulio Dobosz – dovranno affrontare “una ripresa difficile, perché viviamo in un clima di continui cambiamenti e di incertezze sul nostro futuro”. Ad aprire i lavori l’Organo Tecnico Daniele Viotti, che ha condiviso le prime risultanze dello “star-rating”, evidenziando i punti di forza e i margini di miglioramento dell’intero organico. A supportare il lavoro della squadra del Presidente Dobosz la partecipazione di Matteo Trefoloni, Responsabile del Settore Tecnico AIA, che ha coinvolto gli arbitri in un workshop sui Challenges.

Trefoloni ha integrato gli interventi della Commissione puntando sull’importanza di affinare il proprio stile lavorando anche in autonomia: “Dovete però fare di più rispetto a quanto possono prepararvi i vostri Organi Tecnici e noi del Settore Tecnico. Dovete lavorare con costanza fin da oggi per raggiungere gli obiettivi che arriveranno domani. Questo è il lavoro che vi porta in Serie D, così come agli arbitri della CAN D vengono sottoposti i video della CAN C. Non chiedete a nessuno di investire su di voi più di quanto voi investiate in voi stessi.”

Parole trasmesse anche agli arbitri della Prima Categoria: gli Organi Tecnici Aristide Capraro ed Andrea Sorrentino, con il prezioso contributo del collega Cristiano Partuini, hanno esteso il messaggio tecnico anche agli arbitri che aspirano ad obiettivi regionali più ambiziosi. Dopo l’esposizione delle novità relative alla compilazione del referto su Sinfonia4You, a cura del Referente informatico Alessandro Pompeo Ghiretti, gli arbitri di Prima Categoria hanno lavorato al pari dei colleghi più esperti con il materiale video proposto dal Settore Tecnico, tutto ciò in ottica di crescita arbitrale, fatta di personalità da costruire e di sicurezza da trasmettere: “dovete decidere di decidere”, questo il messaggio che si è voluto dare.

“Andare oltre” hanno invece detto il Vice Presidente Fabrizio D’Agostini e Claudio Pellegrini, Responsabile degli assistenti, che in continuità con quanto proposto dal Settore Tecnico agli arbitri, hanno posto l’attenzione sul fuorigioco e sul teamwork. L’obiettivo è chiaro: per superare i propri limiti, nel dna dell’assistente devono coesistere tecnica e terminologia per un’applicazione ottimale della Regola 11, senza perdere mai di vista la concentrazione. “Mai sentirsi appagati da una decisione corretta, pur se difficile”, ha detto D’Agostini. Focus importante è stato posto sulle situazioni di teamwork, in particolare per chi ha da poco preso la bandierina in mano: “Dovete essere sempre pronti a trasferire la decisione all’arbitro, soprattutto nelle situazioni dove accadono diversi eventi”.

“Abbiamo le qualità per fare meglio e saremo pronti quando riprenderanno i campionati”: l’auspicio del Presidente Dobosz è allo stesso tempo un monito a tenere ben saldi gli obiettivi, lavorando ed investendo su sé stessi.

 

In Copertina: Giulio Dobosz apre il raduno degli arbitri.

In Fotogallery:

  1. Il saluto di Matteo Trefoloni al raduno degli arbitri;
  2. Daniele Viotti espone i risultati dello star-rating;
  3. Matteo Trefoloni durante il workshop sui challenges;
  4. Momento del raduno degli arbitri;
  5. Claudio Pellegrini introduce il lavoro sul fuorigioco e sul teamwork;

6-7. Alcune immagini dei raduni degli assistenti e degli arbitri di Prima Categoria

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri