Raduno Precampionato CAN D, a Sportilia è il giorno dei test atletici per gli assistenti neoimmessi

Raduno Precampionato CAN D, a Sportilia è il giorno dei test atletici per gli assistenti neoimmessi

CAN D

 

A Sportilia è giunto il momento dei test per gli assistenti neoimmessi: sulla pista dello stadio Gabetto hanno sostenuto l’Agility Test e i 5x30 metri sotto lo sguardo vigile della Commissione guidata da Alessandro Pizzi, dai preparatori atletici coordinati dal Responsabile Gilberto Rocchetti. Ad osservare il tutto il Vice Presidente dell’AIA Duccio Baglioni e la Componente del Comitato Nazionale Katia Senesi.


“Se in campo siamo dei single player non si va da nessuna parte – ha detto Pizzi al rientro in aula, con i lavori a ritmi serrati fino a sera -. Siete in tre in campo: dovete fare un cambio radicale anche nel vostro ordine mentale. Lasciate la strada dell’egoismo e della testardaggine, prendete quella del confronto con chi scende in campo la domenica con voi e con chi condivide la vostra quotidianità arbitrale”. Importante quindi, in questa ottica, la frequentazione delle sezioni e dei poli di allenamento nazionali.


I Componenti Daniele Martinelli e Andrea Crispo hanno posto il focus sul teamwork, ma quest’ultimo ha voluto anche motivare i colleghi che per la prima volta si affacciano all’Organico nazionale: “Per raggiungere la vetta ci vogliono progettualità e determinazione. In campo la testa deve sempre essere accesa: se non avete certezze non alzate la bandierina”. 


Il Componente Michele Giordano, che fa parte del gruppo che si occuperà in maniera peculiare degli assistenti, coordinato da Crispo e formato anche da Simone Manzini, Massimiliano Rosi e Flaviano Lanciano, ha motivato i colleghi ponendo l’accento sull’importanza di questo ruolo. “La caratteristica principale perché un assistente possa essere ritenuto idoneo per la categoria superiore è l’allineamento – ha sottolineato Lanciano -. Prendere le giuste decisione vi rende adeguati alla CAN D, ma in Serie C il gioco cambia, è molto più veloce, bisogna quindi crescere fin da subito”.


In chiusura, il debriefing del videotest a cura dei Vice Responsabili del Settore Tecnico Gianluca Vuoto e Renato Faverani, con l’analisi degli undici filmati sulle famiglie del Fuorigioco.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri