Raduno precampionato, Zaroli: “Non abbiate paura di fare la cosa giusta in campo e nella vita”

Raduno precampionato, Zaroli: “Non abbiate paura di fare la cosa giusta in campo e nella vita”

CPA di Bolzano

“La vita è fatta di cancelli da aprire e di occasioni da cogliere. Non ponetevi limiti e non abbiate paura. Nessuno di noi è infallibile. La cosa più importante è accettare le sfide, cogliere le opportunità e fare la cosa giusta”. Questo il messaggio lanciato dal Componente del Comitato Nazionale Alberto Zaroli durante il raduno precampionato del Comitato Provinciale Arbitri di Bolzano, che quest’anno si è svolto nello splendido Villaggio Alpino “Tempesti” dell’Esercito Italiano alle pendici dello storico monte Sassongher.

Nel corso del suo intervento, Zaroli ha raccontato un aneddoto accaduto un anno fa in occasione delle celebrazioni per il 110° anniversario della fondazione dell'Associazione Italiana Arbitri a Milano. Lo speciale anniversario è stato festeggiato con tre giornate di incontri ed iniziative a cui hanno partecipato 110 giovani associati provenienti da tutta Italia, insieme al Presidente Alfredo Trentalange e al Vice Presidente Duccio Baglioni e a tutto il Comitato Nazionale. A rappresentare i fischietti bolzanini c’era l’arbitro Ervin Kola, che ha partecipato al progetto Talent & Mentor. “Uno dei momenti più emozionanti delle celebrazioni – ha raccontato Zaroli – è stata la Santa Messa nel Duomo di Milano, celebrata dall'arcivescovo Monsignor Mario Delpini”. Il Componente Nazionale ha mostrato un selfie che ritraeva Ervin accanto a Monsignor Delpini. “I ragazzi hanno deciso spontaneamente di andare dall’Arcivescovo per fare una foto accanto a lui sull’altare”, ha sottolineato Zaroli. “Se hanno il coraggio di chiedere all’Arcivescovo di fare una fotografia, non devono neanche aver paura di provare sempre a fare la cosa giusta non solo come arbitri in campo, ma anche nella vita”.

Dopo i quiz regolamentari, superati brillantemente da tutti gli associati, il raduno di Corvara è stato guidato dal Settore Tecnico dell’AIA nelle persone di Anna Di Nardo e Giampietro Maino che, con il supporto di alcuni videofilmati, hanno coinvolto gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori in un workshop su fuorigioco e falli bassi. A seguire, attraverso la visionatura di slide e filmati, è stata spiegata la Circolare n. 1.

Nella giornata di sabato sono arrivati anche il Presidente della FIGC Bolzano, Klaus Schuster, il Presidente dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio di Bolzano, Vincenzo Rech, il giudice sportivo Michael Baumgartner nonché i Presidenti delle Sezioni di Bolzano e Merano, Alessandro Zampieron e Giuseppe Fantauzzo, che hanno ribadito la necessità di formare nuovi arbitri, incentivando l’attività di reclutamento attraverso i corsi.

Al termine del raduno il Presidente del CPA Flavio Braghini ha ringraziato il Comune di Corvara e tutto il personale del Villaggio Alpino “Tempesti” per l’ospitalità ricevuta e la cordialità dimostrata: “Sono stati tre giorni intensissimi: lezioni teoriche, test atletici, ma anche momenti di svago e aggregazione per arbitri, assistenti e osservatori. Sono davvero orgoglioso del lavoro che abbiamo svolto insieme. Abbiamo fatto importanti passi avanti e siamo pronti ad affrontare la nuova Stagione Sportiva preparati tecnicamente e atleticamente”. Citando Zaroli, il Presidente Braghini ha aggiunto: “Tenete sempre presente l’obiettivo che volete raggiungere e sappiate cogliere ogni opportunità”.

 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri