Raduno tecnico congiunto Friuli Venezia Giulia e Veneto

Raduno tecnico congiunto Friuli Venezia Giulia e Veneto

CRA Friuli Venezia Giulia e CRA Veneto

Arbitri, assistenti e osservatori che operano settimanalmente nella categoria di Eccellenza in Friuli Venezia Giulia e in Veneto hanno vissuto sabato 23 marzo 2024, presso il Park Hotel Villa Fiorita di Monastier (TV), un meeting di perfezionamento tecnico a poche giornate dalla fine del Campionato.

Dopo le prove fisiche somministrate dal Referente Atletico veneto Filippo Spolverato, Riccardo Ros e Tarcisio Serena, Presidenti dei rispettivi Comitati Regionali, hanno incontrato arbitri e assistenti per un momento di approfondimento tecnico sul terreno di giuoco. Riccardo Ros ha subito spiegato la finalità di un appuntamento così importante: “La crescita tecnica passa anche attraverso l’interscambio di esperienze. Toccare con mano il significato di misurarsi, ad esempio, con situazioni regionali differenti o con i test atletici previsti dalla CAN D, vi permette di definire un punto di partenza per il vostro futuro. Quello di oggi vuole essere un momento per costruire consapevolezze nuove e diverse”.

“Lo spostamento deve essere funzionale alle esigenze della gara e deve permettervi di mantenere sempre il contatto visivo con i vostri assistenti” ha detto Tarcisio Serena sottolineando che “Conoscere il calcio e capire l’andamento tecnico della gara vi permette di capire quando intervenire tecnicamente e prevenire eventuali comportamenti non opportuni: affinare la capacità di fare prevenzione farà la differenza in termini di qualità della prestazione”. Agli arbitri è quindi stata spiegata l’importanza di gestire l’errore: “Ogni gara rappresenta una nuova sfida da preparare al meglio sin dall’arrivo della designazione: eventuali errori vanno gestiti con grande maturità perché va affinata la capacità di superare l’errore e di imparare da esso” ha detto Tarcisio Serena.

Raggiunti in aula gli osservatori che sin dal mattino si sono potuti confrontare sulla gestione del colloquio, arbitri e assistenti hanno dato il benvenuto a Fabio Gottipavero, Componente della Commissione Arbitri Nazionale di Serie D, che ha voluto dire ai presenti che “Investire su sé stessi significa affinare capacità organizzative e di auto analisi che, insieme a disponibilità, impegno e sacrificio, rappresentano qualità che fanno la differenza. La vera sfida diventerà non tanto risolvere il problema, ma capire la sua genesi per prevederlo e prevenirlo”.

Dopo i lavori tecnici in aula, il Componente del Comitato Nazionale Antonio Zappi ha portato i saluti istituzionali dell’AIA dicendo che “Iniziative come queste permettono di portare ad un livello superiore la consapevolezza di ognuno. Quello di oggi è stato un vero e proprio master a tutto tondo con l’obiettivo di raggiungere traguardi personali sempre più ambiziosi. Vi è richiesto di esprimere le qualità di un arbitro moderno in termini tecnici, atletici e anche personali: l’Associazione vi mette a disposizione i migliori strumenti per investire su voi stessi e sulla vostra formazione con l’obiettivo di raggiungere i migliori sogni che custodite in voi”.

 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri