Renato Faverani ospite a Piacenza: "L’Erasmus Arbitrale è un acceleratore della vostra formazione umana e tecnica”

Renato Faverani ospite a Piacenza:

Sezione di Piacenza

Venerdì 17 novembre la Sezione AIA di Piacenza ha ospitato Renato Faverani, ex assistente arbitrale internazionale ed oggi Componente della neonata Commissione per l’Erasmus Arbitrale ed i rapporti internazionali. Nella sua carriera vanta, tra i numerosi e prestigiosi traguardi, la finale dei Mondiali del 2014 tra Germania e Argentina allo stadio Maracanà di Rio de Janeiro e la finale di Champions League del 2013 tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund. 

L'Erasmus Arbitrale è stato l'argomento principale della riunione, alla quale era presente anche Sara Cimelli, l’arbitro piacentino di Prima Categoria che ha partecipato al progetto nella scorsa Stagione Sportiva in Portogallo.

"Un acceleratore per la formazione dell’arbitro e della persona". Così è stata definita l'esperienza da Faverani, che poi ha aggiunto: "La partecipazione al progetto è un’occasione di crescita culturale e sportiva. Per questa Stagione Sportiva, di concerto con il Comitato Nazionale dell'AIA, abbiamo già individuato almeno cinque tornei internazionali dove parteciperanno nostri arbitri in Erasmus: in Portogallo, Spagna e Svezia. Stiamo anche lavorando per pianificare degli scambi arbitrali con Portogallo, Gibilterra, Regno Unito e Spagna. La conoscenza della lingua inglese è pertanto un requisito indispensabile".

In seguito, anche Sara Cimelli ha condiviso la propria testimonianza, descrivendo l'Erasmus Arbitrale come "un'esperienza indimenticabile, una grande opportunità per osservare quanti stili di arbitraggio e di gioco esistano a seconda della provenienza dell’arbitro o del giocatore”. Poi ancora: “Il briefing con i colleghi europei ed i colloqui con gli osservatori UEFA e FIFA, svolti in inglese, sono stati qualcosa di insolito ma molto formativo”.

La serata è proseguita con una lezione di Faverani sullo spostamento e sul senso tattico, altro argomento emerso con forza nell’esperienza in Portogallo. L'ex assistente internazionale ha coinvolto a più riprese la platea composta da osservatori e arbitri, inclusi quelli dell'ultimo corso appena conclusosi, i quali hanno interagito con grande interesse cogliendo innumerevoli spunti per la loro crescita tecnica e tattica. 

Infine, la parola è passata al Presidente Sezionale Domenico Gresia, che tra gli applausi scroscianti ha ringraziato l'ospite nazionale omaggiandolo con prodotti tipici piacentini. Si è conclusa così una serata altamente formativa per tutti i presenti, che sono tornati a casa con una consapevolezza ancora maggiore del lavoro che l’AIA sta svolgendo a tutti i livelli per far crescere tutti gli associati sia sotto l'aspetto umano che professionale e, soprattutto, con una dimensione internazionale. 

 

In copertina, Renato Faverani e Domenico Gresia.

In gallery:

1: Faverani parla di posizionamento e senso tattico;

2: La sala gremita;

3: I giovani arbitri piacentini insieme a Faverani.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri