Sanam Shirvani, della Sezione di Torino, a Roma per dirigere una gara per la libertà e i diritti del popolo iraniano

Sanam Shirvani, della Sezione di Torino, a Roma per dirigere una gara per la libertà e i diritti del popolo iraniano

E' stata disputata questa mattina a Roma, presso il Circolo Sportivo della Rai, una partita di calcio a 7 tra la squadra del Circolo Sportivo stesso ed una rappresentativa delle associazioni Amnesty International Italia, Assist, Associazione Italiana Calciatori e Uisp. L'obiettivo era quello di tenere, attraverso lo sport, una luce accesa sulla lotta per la libertà e i diritti del popolo iraniano, in particolare delle donne.

A dirigere la gara è stata chiamata Sanam Shirvani, arbitro della Sezione di Torino, di origine iraniana. In questo sito abbiamo recentemente raccontato in un ARTICOLO la sua storia, dalla decisione di lasciare il proprio Paese per inseguire un sogno di libertà alla passione per l'arbitraggio. 

La data della partita, alla viglia dei Campionati del Mondo in Qatar, è stata scelta in prossimità della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. L'incontro amichevole è stato organizzato dalle Associazioni promotrici della Partita della Parità e del Rispetto, con lo scopo di rafforzare l'idea che lo sport possa essere un veicolo decisivo per la diffusione dei valori dei diritti umani. A giocare sono state invitate anche due calciatrici iraniane, appartenenti ad una squadra amatoriale, che vivono in italia.

Grazie per la vostra vicinanza, per me è un sogno essere qui - ha detto Sanam Shirvani - Quando il pallone inizia a muoversi dimentico tutti i problemi. Anche se lavoro e se sono stanca, il calcio e l’arbitraggio mi fanno vivere. Sono solo una rappresentante del popolo iraniano e voglio che la mia esperienza di vita e di sport possa essere testimonianza per le tante donne iraniane che lottano per il cambiamento”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri