Sempre più intensa la sinergia tra le Commissioni Nazionali del Futsal e i Comitati Regionali

Sempre più intensa la sinergia tra le Commissioni Nazionali del Futsal e i Comitati Regionali

Proseguono gli incontri mensili in videoconferenza organizzati dal Responsabile della Commissione Arbitri Nazionale del Calcio a 5 Franco Falvo, con tutti i Delegati Regionali del Futsal. Queste riunioni fungono da raccordo tra il livello nazionale e il livello regionale per la crescita tecnica e umana degli arbitri.

“Il Presidente Alfredo Trentalange, insieme a tutto il Comitato Nazionale, è molto soddisfatto del lavoro svolto in condivisione reciproca tra le Regioni e le Commissioni Nazionali della CAN 5 Èlite, CAN 5 e CON 5, al fine di poter parlare tutti la stessa lingua. Quindi, bisogna continuare su questa linea” ha affermato il Componente del Comitato Nazionale Luca Marconi presente all’incontro.

Il primo argomento trattato riguarda le proposte avanzate dai Delegati del Calcio a 5 al Componente Nazionale Marconi, in merito ai passaggi di categoria degli arbitri dal CRA alla CAN 5 e degli osservatori alla CON 5. La riunione è stata anche l’occasione per fare il punto della situazione in merito alle necessità manifestate dai Delegati per la crescita del movimento del Futsal.

I lavori sono proseguiti con l’intervento del Responsabile del Progetto Talent & Mentor del Calcio a 5, Domenico Guida, che ha aggiornato i presenti sul lavoro svolto da inizio Stagione, manifestando la propria soddisfazione per la crescita tecnica dei Talent.

Ulteriore intervento è stato quello di Andrea Liga, Responsabile del Modulo Formazione del Calcio a 5 del Settore Tecnico, che ha trattato i temi relativi al corso per arbitri di Futsal e al doppio tesseramento. Liga si è poi soffermato sull’OA Day del Calcio a 5, svoltosi nella giornata di domenica 13 febbraio, che ha visto una nutrita presenza di osservatori. L’evento è stato un momento di crescita tecnica di elevato spessore.

All’incontro erano presenti anche i Responsabili della CAN 5 Èlite, Angelo Galante, e della CON 5, Francesco Peroni, che hanno portato i loro saluti. In particolare, Peroni ha illustrato i progetti elaborati dalla CON 5 con il Comitato Nazionale per la crescita del numero degli osservatori dell’organico.

A conclusione dell’incontro, è stato affrontato il progetto della delega di gare di Serie B da parte della CAN 5 ai Comitati Regionali, che ha preso il via sabato 22 gennaio. “È stato un momento straordinario, soprattutto sotto l’aspetto motivazionale; questo progetto si è, infatti, rivelato un grande stimolo per le regioni e, di riflesso, per le Sezioni. Abbiamo dimostrato che nulla è precluso a nessuno e chi è meritevole può già iniziare a fare un grande salto nelle categorie nazionali” ha affermato il Responsabile della CAN 5 Franco Falvo. “Tutti gli arbitri regionali che hanno esordito, sono stati visionati da osservatori della CON 5, riportando prestazioni positive”.  

Alla soddisfazione manifestata dal Responsabile Falvo, si è unito anche il Componente del Comitato Nazionale Luca Marconi: “Questo progetto ha riscosso grande entusiasmo tra gli arbitri, pertanto bisogna dare continuità a questa iniziativa”.

 

 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri