Svolto il raduno di inizio campionato, Maiorano: “Mai arrendersi durante ‘la scalata della montagna’”

Svolto il raduno di inizio campionato, Maiorano: “Mai arrendersi durante ‘la scalata della montagna’”

Sezione di Paola

“Timidezza, ansia, preoccupazione di non superare le prove atletiche. Ognuno di noi ha la sua montagna da scalare. Bisogna subito arrampicarsi e raggiungere la vetta, anche se tra innumerevoli difficoltà, credendoci sempre e dando il massimo”. Il Presidente della Sezione AIA di Paola, Marco Maiorano, ha così stimolato i giovani arbitri dell’Organo Tecnico Sezionale in chiusura del raduno di inizio campionato, svolto il 10 settembre presso il Park Hotel di Fuscaldo.

Una giornata intensa, trascorsa tra test tecnici, aggiornamento regolamentare e attività di svago mirata a rafforzare l’associazionismo, per preparare i ragazzi all’imminente inizio dei campionati. Il giorno precedente era stata la volta dei test atletici, svolti presso lo stadio comunale di Paola, Polo AIA nazionale di allenamento.

Alla full immersion tecnica hanno preso parte, per il Comitato Regionale della Calabria, il Componente Francesco Genovese. Per il Settore Tecnico dell’AIA Pino Mandaradoni, del Modulo ‘Talent e Mentor’.

“E’ la mattina che bisogna iniziare a sognare, applicandosi con perseveranza, costanza, entusiasmo e passione. Fate tesoro dell’esperienza del team dei vostri dirigenti, gente competente che è stata prima di voi sui campi, in grado di trasmettervi tantissimo per la vostra crescita”, ha detto Genovese ai giovanissimi fischietti in aula.

Spiegazione delle innovazioni regolamentari contenute nella Circolare n. 1 dell’IFAB e precisazioni regolamentari sui concetti di giocata e deviazione - inerenti la regola del fuorigioco – hanno caratterizzato l’intervento di Pino Mandaradoni, che ha altresì coordinato l’esecuzione dei test tecnici sul regolamento del calcio.

Spazio quindi agli Organi Tecnici Sezionali, il Vicepresidente Antonio Longo, Paolo Stella e Pietro Lenti, per le disposizioni varie di inizio Stagione, come l’accettazione della gara, il rapporto cordiale e al contempo distaccato da mantenere con i dirigenti delle squadre, l’importanza di frequentare il polo di allenamento ai fini della formazione e per rafforzare il vincolo associativo tra colleghi. Rilevante la carica motivazionale trasmessa ai ragazzi dal neo assistente della Commissione Arbitri Nazionale di Serie A e B, Federico Longo.  

Prima della conclusione la Segretaria di Sezione, Martina Mannarino, ha comunicato le disposizioni di segreteria, da rispettare scrupolosamente per garantire efficienza alla macchina organizzativa sezionale.

Quindi l’intervento di fine raduno del Presidente Marco Maiorano: “L’obiettivo principale di questa Stagione sarà creare arbitri ‘comunicatori’. L’importanza di rapportarsi sia all’interno del gruppo sezionale sia durante gli impegni arbitrali, sarà un punto cardine del nostro lavoro. La crescita tecnica e atletica avvengono in modo naturale, la comunicazione invece è un aspetto che va spronato e di volta in volta migliorato. Non si può essere bravi arbitri se non cui si assuma il rischio della comunicazione”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri