Tra ospiti illustri e premiazioni la celebrazione dei 50 anni di storia

Tra ospiti illustri e premiazioni la celebrazione dei 50 anni di storia

Sezione di Lamezia Terme

“Quanti ci hanno preceduto, a partire dai Fondatori, ci hanno lasciato una grande realtà sportiva che è tra i fiori all’occhiello del nostro comprensorio. Sulle loro orme stiamo continuando a profondere massimo impegno nell’attività tecnica. Soprattutto siamo una grande famiglia, un punto di riferimento per tanti ragazzi, un luogo dove socializzare e trovare sempre qualcuno che ci ascolti”. Un emozionato Gianfranco Pujia, Presidente sezionale, ha così dato il via alla serie di interventi nell’ambito della celebrazione del 50° Anniversario della Sezione AIA di Lamezia Terme, svolta il 14 marzo nella Sala Consiliare ‘Monsignor Luisi’ del Comune di Lamezia Terme. Presenti all’evento diverse autorità, tra cui il Presidente dell’AIA Carlo Pacifici, il Vice Alberto Zaroli e altri Componenti Nazionali.

Moderatore della serata è stato il giornalista Ugo Floro, che dopo la proiezione di un video celebrativo ha passato la parola agli illustri relatori. Dopo Pujia è intervenuto il Vescovo di Lamezia Terme, Monsignor Serafino Parisi, il quale ha posto l’accento sulla figura dell’arbitro come veicolo di responsabilità e di educatore al rispetto e come ermeneuta sia all’interno del terreno di gioco che nel ben più ampio terreno della vita.

A rimarcare il legame di stima reciproca e il valore di agenzia educativa della Sezione sono stati il Sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, l’Assessore comunale allo sport e alle politiche giovanili, Luisa Vaccaro, e il Presidente del Consiglio Comunale Giancarlo Nicotera.

In seguito, è stato illustrato alla platea il rebranding del sito web della Sezione ad opera di Francesco Cortese e Giuseppe Montesanti.

A portare il saluto della LND Calabria, il consigliere Antonio Caroleo, mentre per il CONI Calabria è intervenuto il Presidente Maurizio Condipodero.

A sottolineare il legame di vicinanza che investe tutti gli associati AIA e che in Calabria è fortemente radicato è stato, il Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Calabria Francesco Longo.

Quindi l’intermezzo della premiazione degli associati promossi nella passata Stagione Sportiva alla categoria superiore: l’osservatore Pietro Agapito alla Commissione Osservatori Nazionali Professionisti, l’arbitro Lorenzo Notaro alla Commissione Arbitri Nazionali per la Serie D e Mattia Roperto alla Commissione Arbitri Nazionali per il Beach Soccer. In seguito, è stato il turno degli arbitri benemeriti.

Nella ripresa degli interventi il Componente del Comitato Nazionale Michele Affinito ha sottolineato l’importanza che hanno le Sezioni all’interno dell’Associazione, la rilevanza di conoscere il passato per proiettarsi al futuro conservando lo spirito associativo e i valori che l’AIA trasmette.

A seguire il Componente Nazionale Stefano Archinà: “Fate tesoro dei momenti di confronto, specialmente di quello con i benemeriti che rappresentano un patrimonio tecnico e valoriale da non disperdere e da trasmettere ai giovani e alle future generazioni.”

La stessa opinione è stata rimarcata dal Componente Nazionale Luca Marconi, il quale ha evidenziato l’importanza di trasmettere i valori dell’Associazione ai giovani e ha augurato che questi valori siano “un monito importante per la crescita futura.”

A ruota il Componente Nazionale Antonio Zappi che ha raccontato alla platea il legame che intercorre tra lui e alcuni associati lametini augurando i migliori successi alla realtà arbitrale lametina. Auguri ai quali si sono aggiunti il Responsabile della Commissione Arbitri Nazionale di Serie D, Alessandro Pizzi, e il Responsabile della Commissione Arbitri Nazionale del Calcio a 5, Francesco Falvo.

Altro intermezzo, le premiazioni per i 40 anni di permanenza nell’AIA degli associati Antonio D’Agostino, Domenico Bova, Antonio Guerrise e Antonio Pascuzzi; per i 60 anni degli arbitri benemeriti Gianfranco Agapito e Francesco Pisani e il conferimento della Stella di Bronzo CONI al Merito Sportivo al Presidente Sezionale Gianfranco Pujia.

A seguire l’intervento del Vicepresidente dell’AIA, Alberto Zaroli, il quale ha ricordato ai presenti l’importanza di “comunicare l’AIA” per valorizzare la figura arbitrale e di impegnarsi a debellare la violenza perpetrata nei confronti degli ufficiali di gara.

In conclusione, l’intervento del Presidente Nazionale Carlo Pacifici: “Le persone che compongono l’AIA sono animate da una voglia di vivere al massimo e da un entusiasmo debordante. Gli arbitri rappresentano un esempio concreto di legalità, indistintamente dalla categoria in cui operano. Dobbiamo essere grati a quei ragazzi e a quelle ragazze che fanno una scelta impopolare, quella di mettersi in discussione. Grazie a tutti quelli che hanno costruito mattone su mattone questa Sezione e a tutti coloro che prenderanno il testimone portando avanti lo stendardo valoriale della nostra Associazione”.

In gallery:

1. Il tavolo dei relatori

2. La platea dell’evento

3. Il Presidente dell’AIA Pacifici premiato dal Presidente di Sezione Pujia

4. La premiazione degli associati che operano negli Organi Tecnici Nazionali

5. I presidenti delle 11 Sezioni calabresi

6. Premiazioni degli associati promossi agli Organi Tecnici Nazionali

7. Premiazione degli arbitri benemeriti

8. Premiazione degli Associati Bova, D’Agostino, Guerrise e Pascuzzi per i loro 40 anni di appartenenza all’AIA

9. Premiazione dell’arbitro benemerito Francesco Pisani per i 60 anni di appartenenza di appartenenza all’AIA

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri