XX Premio nazionale del Calcio siciliano, riconoscimento alla carriera per Gianluca Rocchi

XX Premio nazionale del Calcio siciliano, riconoscimento alla carriera per Gianluca Rocchi

Sezione di Ragusa

Nella suggestiva cornice di Piazza del Popolo di Vittoria, con lo sfondo del teatro comunale, il 3 ottobre la XX Edizione del Premio Nazionale del Calcio Siciliano - che celebra un anno di attività calcistiche in tutte le sue Componenti - ha visto la premiazione dell'ex internazionale Gianluca Rocchi, oggi designatore della Serie A, con l'ambito riconoscimento del premio alla carriera, consegnato sul palco dal Sindaco.

Nel corso della manifestazione organizzata da Claudio La Mattina e condotta da Gianluca Di Marzio, Eleonora Incardona e Franco Causio, numerosi sono stati i riconoscimenti destinati alla categoria Arbitri, che testimoniano il prestigio di cui questi godono nelle varie Componenti. «Ricevo con orgoglio questo premio – ha dichiarato Rocchi – e come i giudici che parlano con le sentenze, gli arbitri vanno in campo per arbitrare in maniera equilibrata e corretta, applicando il regolamento ed essere soddisfatti che tutto è andato bene».

Premiato nella categoria arbitri: l’arbitro di Serie A Luca Massimi della Sezione di Termoli, a cui il premio è stato consegnato dalla Presidente del Comitato Regionale Arbitri Sicilia, Cristina Anastasi, e dal neo Presidente della Sezione di Ragusa Francesco Paolo Saia. «Ognuno di noi ha degli obiettivi – ha sottolineato Massimi – ma al momento vivo giorno dopo giorno e mi godo i miei momenti», mentre Anastasi e Saia si sono soffermati sull’importante campagna di reclutamento che la Sicilia e la provincia di Ragusa anche quest’anno stanno avviando, dedicandosi ai ragazzi dai 14 anni in su, che si ritrovano in una vera e propria scuola di vita che li accompagna nella loro formazione».

Sul palco anche Alberto Amore della Sezione di Ragusa, arbitro da quest’anno in organico della Commissione Nazionale per la Serie D, a cui il riconoscimento è stato consegnato dallo stesso Gianluca Rocchi. «Ho visto una striscia che pubblicizzava un corso per arbitri di calcio – ha detto Amore – e ho provato; oggi hanno dato fiducia al mio percorso».

L'evento ha registrato interessanti momenti di riflessione con la madrina della serata Chantal Borgonovo, moglie di Stefano, ex attaccante di Milan e Fiorentina, morto di SLA nel 2013, e gli altri premiati tra cui si ricordano Gabriele Gravina, Presidente FIGC, in collegamento televisivo; Rebecca Corsi, Vicepresidente Empoli Calcio; Sara Gama della Nazionale Italiana Femminile; i giornalisti sportivi Veronica Maffei, Stefano Bizzotto, Sara Meini e Gaetano Rizzo, oltre a calciatori, allenatori e dirigenti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2023 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri